Monthly Archives: novembre 2013

Pizzette da buffet

toc toc…c’è nessuno????

torno di nuovo in punta di piedi (sembra essere la mia specialità) e provo a
spiegare che fine ho fatto….

…dunque dove siete rimasti?… ah si la
mia laurea, il post per i formaggi della Svizzera e quello per Vaty..la mia
amica speciale…
poi niente..sono sparita..e purtroppo
no..non sono andata in una di quelle belle isole esotiche a spaparanzarmi al
sole…magariiiiiiiiiiiiiiii!!

E’ successo che dopo tutto quello stress ho avuto repulsione per qualsiasi tipo
di impegno, obbligo, dovere….e ho staccato la spina…ma staccato proprio!
Non potendo prendermi ferie a lavoro me le sono prese per tutto il resto…dallo
sport, alle uscite con le amiche, passando per il blog!!
Non avrei mai immaginato che tutto quello
stress presentasse cosi presto il conto..e sbagliavo..tra l’altro un conto
piuttosto salato!! 
Non avere più nessun obiettivo da
raggiungere mi ha un po disorientata..facendomi smarrire la bussola!!
Mi sono domandata cosa avrei voluto fare da grande ma non riuscivo a darmi
risposta alcuna…
Da parte mia avrei tanto voluto trovare un
lavoro stimolante, non dall’altro capo del mondo, che mi desse sicurezza e
stabilità, che insomma ponesse le basi per costruire una famiglia serena….
…ma non facevo i conti con la
realtà…fatta di disoccupazione, di una marea di giovani preparatissimi in
cerca di impiego, che pur di entrare nel mondo del lavoro, fanno carte false,
accettando tutte le rinunce del caso (es. allontanandosi dagli affetti,
viaggiando, essendo flessibili e adattabili a qualsiasi situazione)…per un po
ho pensato che potessi farlo anche io…ma mi sbagliavo!! Non sono una 24 enne
neolaureata, pronta ad espatriare…no!! Sono una donna, ho 32 anni e un lavoro
part-time..che per quanto non ami, mi ha comunque permesso di arrivare fin
qui…e non lo posso mollare per inseguire sogni di gloria!!!
Mai lasciare il certo per l’incerto…e
credetemi..fuori non c’è solo l’incerto..ma il buio pesto!!
Ma la cosa più grave di questo periodo è
che nel tram tram della confusione mentale non riuscivo più a sentire la mia
voce…quello che nel suo cuore Sara vuole veramente! E’ un po come se i miei
sogni fossero entrati in conflitto tra di loro..da una parte la Sara che ha
voglia di arrivare professionalmente, che non ha paura di nessuno scoglio e che
è pronta ancora a lottare per arrivare dove vuole..e dall’altra la Sara donna,
futura moglie, desiderosa di dare spazio anche a quell’istinto naturale di noi
donne: procreare!!
Sarei scesa a compromessi per conciliare questi due sogni….ma non ho trovato
la strada!!

Cosi, ho fermato tutto e me ne sono stata un po in solitaria….mi sono leccata
un po di ferite, mi sono anche disperata!!
Per poi concludere che non ci sono sogni più meritevoli di altri..che non è
mettendo a tacere la Sara che vuole arrivare professionalmente che diventerò
una felice moglie e mamma….

Lotterò per realizzare tutti i miei sogni..quelli
professionali e quelli privati e familiari….contemporaneamente..come ho
sempre fatto!!
E quando sarò stanca mi fermerò come ho fatto adesso..perchè solo il tempo può
fare chiarezza nei propri cuori!!
E ora fatemi l’in bocca a lupo..che a gennaio la sottoscritta inizia una nuova
avventura: la pratica forense :)!!!

Queste pizzette le ho fatte una sera dopocena, quando
l’uomo era a fare il turno di notte a lavoro, per preparargli in gran segreto
un mini rinfresco il pomeriggio seguente, da gustare con altri 3 suoi amici,
che ho invitato a venire con tanto di x-box e joystick al seguito…
Lui ignaro di tutto si aspettava la visita dell’idraulico (scusa ad-hoc per non
farlo trovare in pigiama :D)…
invece poco dopo i 4 “idraulici”
stavano a giocare come i bambini all’x-box…con somma gioia della sottoscritta
che era a lavoro e gongolava pensando che finalmente il suo “pupillo”
stava trascorrendo ore spensierate con i suoi amici dopo lo stress da laurea
(eh si…qui è arrivato un altro laureato in casa ..fuori dalla porta pensavo
di appendere la scritta “da 3 anni sforniamo laureati” ahahahahah )!
La ricetta l’ho presa qui dalla bravissima Tania..le ho fatte
tantissime volte e sono una garanzia..rapide, gustose..si spazzolano in 5
minuti..provare per credere 😀 (attenzione..creano dipendenzaaaa)!!!

Per Condire:
Passata di pomodoro (io mutti)
Olio di oliva
Scamorza o mozzarella
Origano
Sale
Olive, Prosciutto, ecc. 


Procedimento
Sciogliere il lievito in poca acqua tiepida con lo zucchero, unirlo alla farina, l’olio e il sale e impastare aggiundendo l’acqua rimanente un po’ per volta. Lavorare l’impasto per circa 10′ finché no si sarà formata una palla elastica (io ho usato la macchina del pane per celerità). Trasferire il tutto in una terrina, coprirla (io uso il sacchetto di plastica per alimenti) e la lasciarla lievitare fino al raddoppio (circa 2 ore). Trascorso il tempo sgonfiarla e stenderla con le mani o col mattarello a uno spessore di circa 5mm (io l’ho fatta troppo sottile..la prossima volta tenterò di rispettare lo spessore). Con un coppapasta di circa 6cm ricavare dei dischetti e sistemarli in una teglia unta d’olio o su carta forno, coprirli e lasciarli lievitare per 20′.
In una ciotola mescolare la passata di pomodoro, olio e sale. Porre un po’ di salsa sulle pizzette, mettere un pezzo di mozzarella o scamorza, e cospargere con origano. Infornare in forno caldo a 220° per 10-15′ (non cuocetele troppo perchè se non vengono servite subito vanno riscaldate di nuovo con rischio che si secchino troppo).


Casarecce risottate al cavolfiore e curry

Arrivo sempre un minuto dopo l’ultima…ma arrivo….
A dir il vero questa volta ho seriamente rischiato di non farcela..causa svogliatezza mia e problemi al pc….ma non potevo non partecipare al suo contest…
Lei che per me è un’amica preziosa, una donna speciale,una sorella maggiore, 
non meritava di essere ignorata….

Il piatto non è sicuramente di alta cucina..anzi è molto semplice..e forse proprio la sua semplicità mi ha colpita al punto di convincermi che si, questa era adatta al tuo contest!!
Semplice come lo sei tu nell’animo amica mia..nonostante avresti tutte le carte in regola per tirartela!! 

Questo piatto è per te..per dirti grazie per tutte le volte che ci sei stata, 
per le mille volte che mi hai ascoltata, capita, sostenuta, incoraggiata!!
Senza di te quest’ultimo anno non sarebbe stato lo stesso…
Perchè quando una persona da senza pretendere (e spesso avere) nulla in cambio..
..entra inesorabilmente nel tuo cuore per non uscirne più!!

Ti voglio davvero bene tesoro <3

Ingredienti per due persone:
180 gr di pasta;
1/2 cavolfiore;
1 cipolla piccola;
olio;
brodo vegetale;
curry.
Procedimento:
In una padella capiente far soffriggere la cipolla tagliata finemente con un filo d’olio, aggiungere il cavolo precedentemente lavato, spezzettandolo in tanti piccoli mazzetti.
Aggiungere un paio di mestoli di brodo e far cuocere. Quando il cavolo si infilza con una forchetta, aggiungere la pasta e aggiungere gradualmente il brodo, come si fa con il riso.
Quando la pasta è quasi cotta assaggiare per regolarne la sapidità (nel mio caso non ho aggiunto sale perchè il brodo era già saporito di suo) e aggiungete il curry.
Spolverare ancora di curry (come se non ci fosse un domani :D) e servire.
Con questo post partecipo al contest di Vaty