Focaccia/pizza soffice

DSC_1042 modificata

Pensavate fossi già a spassarmela in qualche isola deserta..e non mi fossi degnata neanche di un saluto…e invece, con i miei tempi, eccomi qui..ad augurarvi e augurarmi buone ferie…

Sono poco presente ormai da un po..ma per giusta causa!! Ho tante cose da fare, tanto da studiare, progetti nuovi appena decollati, altri in procinto di decollare… Sogni nel cassetto che iniziano a voler uscire :)))!!Insomma un bel momento anche se un po troppo carico!
Vi aggiornerò dopo le ferie..nel mentre gustatevi questa focaccia…

La ricetta viene da Martina, che nella sua trattoria propone lievitati da leccarsi i baffi. Io l’ho adattata un po ai miei gusti e alle mie necessità e ne è venuta fuori questo spettacolo!!
La cosa bella è la sua versatilità… può infatti essere una focaccia o anche una pizza a seconda del condimento che vorrete darle!
Noi l’abbiamo gustata sabato accompagnata da affettati ma anche in versione pizza con dell’ottima bufala sopra!!
Insomma date sfogo alla fantasia e godetevi questo spettacolo di sofficità!!
DSC_0004 focaccia modificata

DSC_0025 modProcedimento:

Nella ciotola della planetaria unite acqua e lievito, fate andare a velocità bassa la planetaria con il gancio a foglia. Nel mentre setacciate le farine e i fiocchi di patate (che altro non sono che il preparato per purè purchè non contengano aromi). Unite 3/4 delle farine e fate andare a velocità media la planetaria, fin quando l’acqua e le farine non si saranno ben amalgamate. Dopodichè procedete ad aggiungere il sale e infine la restante farina. Fate andare la planetaria a velocità media finchè non si sarà incordata, ovvero finchè l’impasto non si sarà avvolto intorno al gancio (impiegherà un bel po di tempo ma non demordete). Aggiungete quindi l’olio a più riprese, capovolgendo l’impasto su se stesso ad ogni aggiunta d’olio.

A questo punto togliete la foglia e aggiungete il gancio alla planetaria e fate andare fino a che l’impasto sarà perfettamente incordato (impasto lucido, elastico, ben avvolto al gancio). Potete fare la prova del velo per verificare se è incordato prendendo un pezzettino di impasto e allargandolo delicatamente con le mani. Se l’impasto non si spezzerà ma anzi si estenderà formando una sorta di velo allora l’impasto sarà pronto.

Mettete a lievitare in ciotola coperta da pellicola a 28°. Con questo caldo sicuramente li avrete in casa, altrimenti riponete il tutto nel forno spento a lucetta accesa.

Io ho impastato due dosi, la prima la sera prima, facendo riposare l’impasto in frigo la notte e tirandolo fuori l’indomani mattina, il secondo direttamente la mattina, omettendo quindi il riposo in frigo. Sono entrambe strade percorribili, a seconda di quando avete tempo di impastare.

Verso le 18 della sera in cui le gusterete, fate le pieghe a tre come illustrato in questo video e coprite a campana per 45 min/1h.

Accendete quindi il forno a 250° e nel mentre dividete ogni impasto in due e stendetelo su delle teglie ben oleate. Condite a piacimento.

Cuocete per i primi 10-15 min al livello più basso del forno  non a contatto con il forno però – (controllate il livello di cottura), poi nel punto più alto per far dorare bene la pizza.

DSC_0042 modificata
DSC_0013 modificata

Buon appetito e soprattutto Buone ferie!! Che siano esattamente come le avevate immaginate!!

A presto  :)))


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *