Tag Archives: altro

Alla mia mamma…perchè non si dimentichi mai di me

Festa della mamma, 9 maggio 1999
Forse tra parole, rime,
strofe e poesie,
abbiamo perso il vero significato
della parola “mamma”.

C’è chi per rendere a pieno
la dolcezza che è in lei,
ha composto canzoni 
o semplici versi.

ogni mamma però,
si distingue dall’altra…
poichè diverse sono le
“missioni” da compiere.

Io con queste parole,
posso solo esprimere, 
quella che accomuna
tutte le mamme del mondo:
LA FELICITA’ DEI FIGLI.

Sei sempre nel mio cuore
   
                                                                                  tua

                                                                                          Sara




Questa poesia risale a ben 14 anni fa, quando avevo la tenera età di 18 anni, e l’ho scritto in un momento di distacco (fisico) da lei…bisticciavamo sempre all’epoca, ma in cuor mio la adoravo..e la distanza me l’ha fatto capire!
Oggi dedico queste parole a Lei, perchè è il mio primo pensiero quando mi sveglio e l’ultimo quando vado a dormire, e a tutte le mamme e le donne che desiderano avere un bambino, che ce l’hanno in grembo e a quelle che non possono averlo e che nonostante questo enorme dolore sono riuscite a risalire e a sorridere ancora alla vita!!

Come dice Vaty, non bisogna essere mamme per essere donne speciali!! 

22 Comments
POSTED IN:


…Quando le parole non bastano..

Non so voi, .ma quando vivo qualche emozione forte, 
la prima cosa che mi viene istintivamente fare è scrivere…..
 è per me un modo per immortalare ciò che sento dentro, 
per dargli un senso, un modo per sciogliere il groviglio di sensazioni che provo!

E cosi è stato per il raduno dell’anno…
…ero sul treno verso casa e già avevo carta e penna in mano!
Il desiderio di scrivere nero su bianco era forte, 
non potevo aspettare di trovarmi davanti al pc…
anche perchè l’ispirazione arriva prorompente e senza preavvisi..
..e con la stessa rapidità svanisce..

Pensavo cosi di arginare questo fiume di sensazioni…ma sbagliavo..
perchè quel post a me non è bastato per esprimere cosa avevo dentro!!
Perchè quando sei travolta da tutto questo…le parole non bastano…. 

E cosi, ho lasciato raccontare il tutto dalle immagini…
e dalla  musica del mio artista preferito..
che più che musica fa poesia…

le sue parole mi sono risuonate in testa 3 giorni dopo il raduno..
perchè è cosi…io non mi sento sola…anche quando sono sola..
ci siete voi care bloggalline a tenermi compagnia!!
Alcune precisazioni d’obbligo (già postate su f.b. ma per completezza le riporto anche qui):
il Video da un punto di vista tecnico fa piangere…è il primo video in assoluto che faccio e ho zero competenze in materia..e si vede!! Prendetelo quindi come un gesto fatto con il cuore senza alcuna pretesa di mostrare le mie (in)competenze in materia!!
Quanto alle foto le ho prese un po qui e un po li…dai vari post…non ricordo manco di preciso dove..sicuramente da Agnese e da Vatinee Suvimol di e da Foto matrimoni Roma!
Purtroppo non ci siete tutte perchè ho selezionato soltanto alcune foto, in particolare quelle che mi avevano colpito personalmente…ma l’idea è quella di ringraziarvi tutte, anche quelle con cui non ho scambiato neanche una parola! C’eravate e avete cmq reso magico quel giorno..e questo basta!!
ANCORA GRAZIE GALLINELLE…

scusate la mia assenza sia qui che nei vostri blog..ma è un momento un po catartico per me causa fine esami universitari..ma vi leggo..quando riesco commento anche!!
Un abbraccio e al prossimo raduno!!!
29 Comments
POSTED IN:


Fine 2012…era ora :))!

Fine anno, momento di bilanci…
Un 2012 duro..durissimo…
l’università che da piacere, diventa quasi una prigionia..con una sete di finire indescrivibile!!
La crisi economica che ha bussato alla nostra porta in modo prepotente e pesante, togliendoci uno ad uno tutti i nostri sogni, imponendoci di vivere giorno per giorno, cercando in modo estremamente faticoso di far quadrare i conti. E i conti, miracolosamente, sono quadrati, e ci chiediamo ancora come abbiamo fatto!!!

Ma dal male, ne proviene sempre qualcosa di positivo e di positivo ce n’è stato tanto..
in primis il nostro amore, che anzichè affievolirsi dal peso dei problemi, si è rafforzato..io e Lui abbiamo lottato fianco a fianco, senza mai puntarci il dito, senza perderci mai d’animo, sostenendoci l’un con l’altro! Certo i momenti no ce ne sono stati, momenti in cui la tentazione di mollare è stata tanta, ma poi entrambi pensavamo a cosa avremmo perso…e il solo pensiero ci faceva rabbrividire..quindi siamo andati avanti!!

Inoltre le amicizie e gli affetti.. quelli veri, quelli sinceri..ne abbiamo scoperti e riscoperti tanti…ma tanti!! Persone che ci sono state vicine, che hanno saputo rispettare il nostro momento difficile, rinunciando con noi a delle uscite, pur di stare insieme!! Alcuni ci hanno delusi, silenzi che hanno pesato come macigni, ma da altri, per fortuna la maggioranza, abbiamo ricevuto un’infinità di affetto che ci ha aiutato ad andare avanti!!

E poi voi amiche bloggers, che con i vostri commenti mi avete sostenuto, rassicurato, apprezzato, tenuto compagnia! Siete state tutte preziose, e non sapete con quanta gioia ogni volta ho letto i vostri commenti :))!!

Un anno difficile è vero, ma dal quale usciamo rafforzati e arricchiti!!

Per il 2013 desideriamo semplicemente un po di serenità, sia in ambito lavorativo, sia in ambito economico, ma soprattutto in ambito affettivo!!
E auguro questo anche a tutti voi…perchè quando si ha la serenità nel cuore si ha davvero tutto :))!!
Buon 2013 amiche…di vero cuore

15 Comments
POSTED IN:


A noi donne….esseri davvero troppo speciali :))!!

Niente ricetta stasera…avevo solo voglia di condividere una cosa che ho letto nel blog di Chiara e Angela Maci, Sorelle in pentola‎, che mi è piaciuta tanto perchè mi ci sono ritrovata e mi ci ritrovo tutt’ora…e credo che ogni donna ci si può ritrovare!!!
Buona lettura e….vi aspetto martedì per festeggiare un evento importante e per alcune piccole (ma importanti) novità :)!!!


“Che uno dice: è finita. No, finita mai, per una donna. Una donna si rialza sempre, anche quando non ci crede, anche se non vuole.
Non parlo solo dei dolori immensi, di quelle ferite da mina anti-uomo che ti fa la morte o la malattia. Parlo di te, che questo periodo non finisce più, che ti stai giocando l’esistenza in un lavoro difficile, che ogni mattina è un esame, peggio che a scuola. Te, implacabile arbitro di te stessa, che da come il tuo capo ti guarderà deciderai se sei all’altezza o se ti devi condannare. Così ogni giorno e questo noviziato non finisce mai. E sei tu che lo fai durare.
Oppure parlo di te, che hai paura anche solo di dormirci, con un uomo; che sei terrorizzata che una storia ti tolga l’aria, che non flirti con nessuno perché hai il terrore che qualcuno s’infiltri nella tua vita. Peggio: se ci rimani presa in mezzo tu, poi soffri come un cane. Sei stanca: c’è sempre qualcuno con cui ti devi giustificare, che ti vuole cambiare, o che devi cambiare tu per tenertelo stretto. Così ti stai coltivando la solitudine dentro casa. Eppure te la racconti, te lo dici anche quando parli con le altre: “Io sto bene così. Sto bene così, sto meglio così”. E il cielo si abbassa di un altro palmo.
Oppure con quel ragazzo ci sei andata a vivere, ci hai abitato Natali e Pasqua. In quell’uomo ci hai buttato dentro l’anima ed è passato tanto tempo e ne hai buttata talmente tanta di anima che un giorno cominci a cercarti dentro lo specchio perché non sai più chi sei diventata. Comunque sia andata, ora sei qui e so che c’è stato un momento che hai guardato giù e avevi i piedi nel cemento. Dovunque fossi, ci stavi stretta: nella tua storia, nel tuo lavoro, nella tua solitudine. Ed è stata crisi. E hai pianto.
Dio quanto piangete! Avete una sorgente d’acqua nello stomaco. Hai pianto mentre camminavi in una strada affollata, alla fermata della metro, sul motorino. Così, improvvisamente. Non potevi trattenerlo. E quella notte che hai preso la macchina e hai guidato per ore, perché l’aria buia ti asciugasse le guance? E poi hai scavato, hai parlato. Quanto parlate, ragazze! Lacrime e parole. Per capire, per tirare fuori una radice lunga sei metri che dia un senso al tuo dolore. “Perché faccio così? Com’è che ripeto sempre lo stesso schema? Sono forse pazza?” Se lo sono chiesto tutte. E allora vai giù con la ruspa dentro alla tua storia, a due, a quattro mani e saltano fuori migliaia di tasselli. Un puzzle inestricabile. Ecco, è qui che inizia tutto. Non lo sapevi? E’ qui; da quel grande fegato che ti ci vuole per guardarti così scomposta in mille coriandoli che ricomincerai. Perché una donna ricomincia comunque, ha dentro un istinto che la trascinerà sempre avanti. Ti servirà una strategia, dovrai inventarti una nuova forma per la tua nuova te. Perché ti è toccato di conoscerti di nuovo, di presentarti a te stessa. Non puoi più essere quella di prima. Prima della ruspa. Non ti entusiasma? Ti avvincerà lentamente. Innamorarsi di nuovo di se stessi, o farlo per la prima volta è come un diesel. Parte piano, bisogna insistere. Ma quando va, va in corsa.
E’ un’avventura, ricostruire se stesse. La più grande. Non importa da dove cominci, se dalla casa, dal colore delle tende o dal taglio di capelli. Vi ho sempre adorato, donne in rinascita, per questo meraviglioso modo di gridare al mondo “sono nuova” con una gonna a fiori o con un fresco ricciolo biondo. Perché tutti devono capire e vedere: “Attenti: il cantiere è aperto. Stiamo lavorando anche per voi. Ma soprattutto per noi stesse”. Più delle albe, più del sole, una donna in rinascita è la più grande meraviglia. Per chi la incontra e per se stessa. È la primavera a novembre. Quando meno te l’aspetti…”

-Jack Folla-

8 Comments
POSTED IN:


Per dire Grazie….

Ci sono momenti in cui pensi che tutto stia degenerando, che tutto è andato perso, che le fatiche fatte finora sono vane. Che nulla nella vita cambierà. Insomma momenti in cui Leopardi e il suo pessimismo cosmico vi fanno un baffo.. Poi ci sono persone speciali che ti danno forza, che ti fanno tornare il sorriso e un po di pace nel cuore.
Questo è quanto è accaduto il mese scorso (e lo so sono in ritardo con i post)  quando tornando a casa ho trovato qst spettacolo

tutto era pronto per passare una serata speciale, gustando ottimo cibo, tutto preparato da Lui..l’occasione era il nostro 4° anniversario..questa una piccola panoramica di ciò che abbiamo gustato

(grano saraceno con verdurine, seppia e gamberi)
(vongole nel nido)
(mazzacolle avvolte da una fettina di lardo, accompagnate da una mousse di fagioli cannellini)

Non vi dico l’emozione che ho provato, soprattutto perchè quelli erano giorni molto critici per me!
Si può avere di tutto in questo mondo, ma  non c’è niente che può paragonarsi ad un amore VERO corrisposto in tutto! E’ una fortuna che non capita a tutti..e a me, oggi voglio dirlo chiaramente, è capitato!!
Non sapevo cosa fosse realmente l’amore finchè non l’ho sperimentato, un feeling unico, un’intesa perfetta, uno sguardo che parla più di mille parole…un comprendersi anche senza parlare!!

Auguro a tutti di poter sperimentare un sentimento cosi nella vita!!

Questo post per dire GRAZIE a Lui, per la pazienza, la comprensione e l’amore che mette nel sopportarmi!! E’ un periodo delicato per me…ormai lo sanno pure i muri ma ammetto che certe volte sono insopportabile!!

Approfitto di questo post per ringraziare tutti coloro che vengono nel mio blog a farmi visita, e ancora di più  quelle blogger che perdono qualche minutino del loro tempo a commentare!! Siete poche ma siete speciali :)!!!
Grazie, Grazie e ancora Grazie :)!

14 Comments
POSTED IN:


RIcordando il filo di solidarietà per i bimbi di Rocchetta Vara

aaaaaaaahhhhhhhh quanto tempo non scrivevo!!! Quanto mi siete mancati..voi, le vostre visite, i vostri commenti…non c’è niente da fare..sono blogdipendente :D!
Purtroppo nell’ultimo periodo ho dovuto trascurarvi causa esami universitari..ma ora che sono andati (e pure bene) posso tornare ad aggiornare il mio blog.
Oggi niente ricetta ma un’altro post di solidarietà per i bambini di Rocchetta Vara.
Infatti, la Community di Cucina Italiana ha preparato un suo Calendario e un libricino di 80 ricette entrambi formato pdf, che verranno resi disponibili per chi farà una donazione da 5€, per chi la farà da 10€ li avrete entrambi :)).
Tutti i dettagli dell’iniziativa li potete trovare qui. Ringrazio Rosy di avermi avvisato. Mi raccomando contribuite numerosi, anche solo con il passaparola, siamo a Natale, e questi bambini e ragazzi hanno diritto di passarlo il più gioiosamente possibile. Sapere che in tanti li stanno aiutando a riavere una casa e una vita normale sarà sicuramente il più bel regalo che potranno mai ricevere :)))!
Dai dai dai……siamo tanti..facciamo sentire il nostro sostegno :)))!!

3 Comments
POSTED IN:


Food Swap 2011

Questa si che è una fantastica iniziativa: il food swap organizzato da Cranberry!! Grazie a questo swap ho avuto la possibilità di conoscere Luisella di “Ricettosando” che mi ha mandato tutti i doni che vedete nella foto:

– 2 formaggi tipici della sua zona;
– il musetto;
– la farina di semola;
– il tagliere che vedete;
e dulcis in fundo il graziosissimo angioletto da appendere all’albero!!

Tutte prelibatezze…davvero troppoooo :))! E’ bello avere modo di avere un contatto reale e non solo virtuale con chi ha la passione per la cucina :))! Mi è piaciuta tanto quest’esperienza :))!
Il mio pacco dovrebbe arrivare oggi. Speriamo non ci siano intoppi nella consegna! Ho dimenticato di fotografarlo..speriamo provveda lei!!
Intanto ringrazio nuovamente Luisella per il suo bellissimo e ricchissimo pacco e Cranberry di Cappuccino and Cornetto per aver organizzato questo giochino splendido :))!

A prestoooo 😀

5 Comments
POSTED IN:


Accordiamoci!

Sono novella di questo mondo dei foodblogger, ma già da quando lo osservavo silenziosamente, mi aveva colpito tantissimo la solidarietà che lo contraddistingue, che lo fa sembrare una grande famiglia.
Sicuramente, come in tutte le famiglie che si rispettino, ci sono screzi e “panni sporchi da lavare” ma ciò non toglie che sempre di famiglia si tratti.
Questo aspetto lo si nota soprattutto nelle occasioni in cui qualcosa di brutto si abbatte su un componente di questa grande famiglia, come è accaduto con l’alluvione di Genova delle settimane scorse.
Il primo segnale di solidarietà si è avuto con il post di Patrizia che promuoveva l’iniziativa a sostegno dei bambini ospiti della casa-famiglia di Rocchetta Vara, devastata dall’alluvione, di cui avevo già parlato qui e vi invito ad iscrivervi al gruppo di fb ” un filo per i bambini di Rocchetta Vara” e interessarvi all’iniziativa perchè davvero meritevole d’attenzione.
Il secondo segnale è arrivato subito dopo, con un gruppo chiuso nato su Facebook , dal nome “Officina di Cucina“, in cui le foodblogger si stanno organizzando per aiutare Chiara di Tocco & Tacchi a ricostruire il suo sogno, un delizioso ristorantino aperto da appena 3 mesi insieme alla sua socia Claudia, andato distrutto a causa dell’alluvione.
E per me è davvero spettacolare vedere come tante “formichine” riescano ad essere cosi unite con un’unico scopo. Questo è il lato bello di questo mondo, e sono fiera di farne parte.

Se anche voi siete food blogger vi invito ad iscrivervi al gruppo di facebook. Se volete dare un sostegno economico a questo progetto di ricostruzione potete effettuare un bonifico, anche minimo, a questo conto corrente bancario:

IBAN: IT86T0617501410000001648580
Intestato a: OFFICINA DI CUCINA S.N.C. FONDI ALLUVIONE 2011 NEGOZIO
Auguro a Chiara e Claudia che il ristorante torni ad essere l’Officina di cucina che hanno creato con tanta passione e luogo in cui questa grande famiglia potrà riunirsi per festeggiare l’avvenuta ricostruzione.
2 Comments
POSTED IN: