Tag Archives: crema chantilly.

Graffe e Bomboloni

 

DSC_1048 modificata

Il carnevale è da sempre la mia festa preferita in fatto di dolci. Ricordo benissimo, negli anni delle recite natalizie alla scuola materna, la delusione quando capivo che i vassoi erano carichi di panettoni e pandori che tanto schifavo..così carichi di uvetta i primi..così insipidi i secondi!!Poi però veniva il momento del carnevale e li recuperavo (ma ancora oggi è cosi) con gli interessi tutto quello che non avevo mangiato a Natale!!Castagnole ripiene, cicerchiata (dolce tipico delle mie parti molto simile agli struffoli napoletani), graffe, bomboloni!! Già allora ero una golosa buongustaia!!
E ora che sono grande e che ho anche un blog di cucina, non potevo non dare spazio alla mia passione per i dolci di carnevale!
Oggi vi presento graffe e bomboloni. Sono fatti con lo stesso impasto. L’unica differenza stà nella formatura… seguitemi.. vi spiego come si fanno!!!

(altro…)


Torta tocco

 
 

Questa la torta che ho realizzato per festeggiare con la mia famiglia e quella di Enrico, il traguardo raggiunto!!
E’ stato divertente provare a realizzare qualcosa di decente con la pasta di zucchero. Devo molto ai suggerimenti e consigli di Vale, la vera maestra in fatto di torte decorate!!
Si
tratta di una base da 24 cm di pan di spagna (anche se la prossima
volta farei piu’ strati perchè è venuta bassina) farcita con crema
diplomatica (rigorosamente con crema pasticcera di Elena che è diventata la mia ricetta ufficiale tant’è buona con l’aggiunta di 200 ml di panna montata leggermente zuccherata con zucchero a velo) e arricchita con gocce di cioccolato.
Ricoperta in pasta di zucchero nera con decorazioni color oro!!

 

Sperando che questa coccinella sia di buon auspicio per il mio futuro professionale :)!!

p.s.: ieri erano 2 anni di blog…varie vicissitudini mi hanno impedito di pubblicare il post di oggi e di gioire a dovere per questo bel traguardo!! Ho rimediato oggi con questa bella torta e tanto rosso che male non fa :)!!!


Torta di Super Mario che si credeva Luigi

Compleanno di Giovanni, il figlio della mia carissima amica. Non potevo non provare a preparargli una torta. Cosi, ignara di quello a cui andavo incontro chiamo la mamma per chiedergli le preferenze del festeggiato in termini di gusti, colori e personaggi. Risposta: torta alla frutta di Super Mario!Non è andata male, penso! Poteva andarmi peggio!!  Mai però avrei immaginato cosa mi sarebbe aspettato poi!
Vado al super e compro tutto l’occorrente: uova, zucchero, latte, fragole, panna, coloranti alimentari! Già i coloranti…si vede che non amo usarli e non ho esperienza in materia! Compro dei gel colorati di rosso, blu e giallo! Semplicemente coloranti in gel! Mai errore fu più grave!! Mai e dico mai sottovalutare l’acquisto dei coloranti! Sapete perchè?? Perchè non tutti i coloranti COLORANO!
Sono andata a casa a preparare la pasta di zucchero! prendo il colorante blu per fare la tuta! Mi esce celestina chiara! Aggiungo ancora colorante..niente..l’azzurro si fa più intenso ma non diventerà mai blu! Rifletto tra me e me e penso che nel complesso non è proprio cosi orribile una tuta celestina un po sbiadita :)!
Passo alla maglia..andrebbe fatta di colore rosso! Aggiungo quindi il colorante rosso alla pasta di zucchero e mi viene rosa! Ok poco male, lo uso per il viso! Ma la maglia come farò a farla diventare rossa?? Provo con tutti i rimedi possibili trovati su internet (compreso l’uso di alcool) ma niente! Vado a letto, sperando che la notte porti consiglio. Ma l’indomani la situazione non cambia. Conclusione, ho usato i pennarelli sia per fare occhi, bocca e baffi che per delineare le dita delle mani e fare quel verdino pallido alla maglia. Come potete notare il risultato finale è un Mario diventato Luigi :DD!!
E se alla festa qualcuno obietta che il personaggio al centro della torta non è Mario dico che di questi tempi possono capitare scambi di personalità…o più semplicemente dico che Mario era idraulico, mica lavandaio :DDD!!!!

Ingredienti (torta per 10-12 persone fatta in una tortiera apribile diam. 26):
per la pasta di zucchero:
La ricetta l’ho presa sul web precisamente qui ma ho dimezzato le dosi visto che dovevo solo farci la cialda:
225 gr  di zucchero a velo;
 25 gr di miele;
2,5 gr di colla di pesce (un foglio e 1/4 di colla);
15 ml di acqua

Procedimento:
Mettere la colla di pesce ad ammorbidire per circa 5 min in un bicchiere di acqua fredda. Nel mentre mettere il miele in un pentolino, insieme all’acqua e quando la colla si sarà ammorbidita, strizzarla ed aggiungerla al pentolino con acqua e miele. Accendere il fuoco a fiamma bassa e amalgamare il tutto con una forchetta. Ci vorrà pochissimo affinchè il composto di sciolga. Appena sarà uniforme spegnere il fuoco.
Aggiungere il tutto nel robot da cucina con lo zucchero a velo, e avviare la centrifuga finchè il composto non si amalgama. Se risulta troppo molle, aggiungere altro zucchero a velo. Nel mio caso ho lasciato il composto molle per poter aggiungere i diversi coloranti in gel (la consistenza è quella del dentifricio).
Per fare la cialda ho stampato l’immagine che volevo dal pc, l’ho fissata al tavolo di lavoro e ho messo sopra un foglio di carta forno (fissata anche quella con scotch (nastro adesivo). Ho poi messo la pasta di zucchero colorata, in un cono di carta forno (per realizzarlo seguite questo blog che spiega benissimo il procedimento) e ho riempito il disegno. Come ho spiegato prima ho avuto svariati problemini con i coloranti. Ma io sono un caso a parte.
Fate attenzione che la pdz rimanga abbastanza cremosa da poter uscire dalla sac a poche. Se si rapprende troppo scaldatela ed aggiungete qualche cucchiaio d’acqua. (io alla fine ho realizzato i pezzi del pupetto a parte e li ho attaccati insieme con dell’acqua ma non è il massimo della precisione).
Per fare occhi, baffi e bocca, data la mia inesperienza, li ho disegnati con semplici pennarelli. Sicuramente sarebbero stati più belli se realizzati con pasta di zucchero (se solo avessi un po più di esperienza e manualità)!!!!

Per il Pan di Spagna:
La ricetta è del mitico Montersino. Ho riproporzionato le dosi da due teglie da 17 cm di diametro ad una da 26 anche se a mio avviso era un po scarsino (se dovessi rifarlo aumenterei un po il tutto):
180 gr di uova intere (3 uova grandi);
126 gr di zucchero semolato;
108 gr di farina 00;
36 gr di fecola di patate;
3/4 di bacca di vaniglia o scorza grattugiata di 1/2 limone non trattato.

Mettere i tuorli con lo zucchero in un pentolino e portare alla temperatura di circa 45 gradi, massimo 47, mescolando continuamente. Trasferire il composto nella planetaria (o utilizzare le fruste elettriche) e montarlo finchè non diventa spumoso (la massa montata deve “scrivere”) . Nel mentre setacciare la fecola di patate con la farina. Imburrare lo stampo scelto e infarinare. Aggiungere alle uova con lo zucchero gli aromi scelti (io limone grattugiato) e a seguire la farina girando con una spatola delicatamente per non smontare il composto.
Mettere il composto nella teglia prescelta ed infornare, senza sbattere la teglia per evitare di perdere le bolle d’aria che si sono create, in forno caldo a 180 gradi per 15-20 minuti (fare la prova stecchino).
Far raffreddare in una gratella.

Per la crema chantilly:
Anche in questo caso la ricetta è di Montersino.Davvero buona ma se dovessi rifarla ridurrei un po la quantità di zucchero. Io l’ho aromatizzata al limone perchè il dolce era alla frutta:
500 ml di latte (Montersino usa una parte di panna ma ho evitato);
150 gr di tuorli;
150 gr di zucchero;
 35 gr di amido di mais (Montersino usa 1/2 amido di mais e 1/2 amido di riso, ma io non avevo quest’ultimo);
1/4 di bacca di vaniglia;
250 gr di panna fresca da montare
Procedimento:
anche per il procedimento ho usato il metodo Montersino. mettere a scaldare il latte con la bacca di vaniglia a cui sono stati tolti i semini (aggiunti allo zucchero) o la buccia del limone.
Nel mentre montare uova e zucchero e amido. quando il latte sarà ben caldo togliere la bacca o la buccia del limone ed aggiungere il composto montato, senza girare. Lasciare andare a fuoco medio finchè dei vulcani di latte non romperanno il composto d’uovo. Dopodichè spegnere e girare con una frusta. La crema si addensera’ rapidamente.
Porre la crema cosi ottenuta in un contenitore di vetro e inserirla nel surgelatore per farla raffreddare rapidamente (va bene anche metterla a bagnomaria con dei ghiaccioli).
Una volta ben fredda aggiungere, mescolando con una spatola, la panna montata.

Per la composizione:
400 ml di panna montata
fragole fresche;
colorante alimentare in fialette color blu.

Procedimento.
Dividere il pan di spagna in 2, Posizionare la base nello stampo a cerniera che avete usato per cuocere il pan di spagna, bagnare la base con del succo d’ananas o di albicocca o di pesca (o quello che preferite tanto non si sentirà affatto).
Aggiungere tutta la crema chantilly con un po di fragole spezzettate in modo da fare uno strato di sole fragole. Mettere l’altro strato di pan di spagna bagnato anche questo. Ricoprire il tutto con altra panna montata bianca.
Posizionare Super Mario al centro della torta. Aggiungere alla panna montata rimasta 1/2 fialetta di colorante  alimentare azzurro (questa volta ho comprato quello giusto), inserirla in una sac a poche e procedere alle decorazioni dei bordi.
Io ho fatto la scritta con il colorante in gel che avevo comprato, e per questa funzione è perfetto :)))!