Tag Archives: dolci alla frutta

Ciambellone sofficissimo all’acqua e senza burro di Adelaide Melles

ciambellone soffice 4

Ho pronto questo post da una settimana… e tra una cosa e l’altra è rimasto in archivio. Oggi però che sono a casa per festa del Patrono, mi fermo e pubblico finalmente questa delizia.
La ricetta viene dritta dritta dal quadernino delle ricette di Valeria di Torte delle mie brame che gentilmente, a fronte di una delle mie voglie assurde (in questo caso di ciambellone limonoso ma sofficissimo), mi ha proposto il ciambellone di Adelaide Melles. Si perchè io volevo qualcosa di soffice ma che non contenesse burro.. e lei mi ha suggerito questo che ha solo acqua e olio all’interno. Niente burro quindi e niente sensi di colpa.

Siccome però io sono peccatrice nata, me ne frego dei sensi di colpa e avendo risparmiato qualche caloria con l’omesso burro, ne ho potuta spendere qualcuna per farcire questa nuvola di sofficità con della crema al mascarpone!! Ho optato per quella proposta da Vaty qui, pastorizzando le uova. Facilissimo… seguitemi che vi dico come si fa 😀

(altro…)


Rotolo di meringa alla crema di mascarpone con lamponi e pistacchi

DSC_0548 modificataDSC_0546 modificata

Sto preparando il post dedicato all’esperienza del Salone del Libro di Torino..dove abbiamo presentato il primo libro di noi bloggalline “Il Gusto della Terra” (a proposito lo avete acquistato?? se non ancora che aspettate?? seguendo il link che ho messo nella home page qui a dx lo potete ordinare on line con consegna gratuita e pure un piccolo sconto..approfittatene)..

Dicevo..sto preparando il post ma mi ci vuole tempo..perchè certe emozioni si fa fatica a scriverle nero su bianco…nell’attesa quindi di avere l’ispirazione giusta voglio presentarvi questo dolce S-T-R-A-T-O-S-F-E-R-I-C-O!!

La ricetta viene direttamente dal blog della furba più furba della rete…la Stefania, alias Arabafelice che ci delizia con ricette divine di una semplicità disarmante…

Avete 4 albumi che giacciono nel frigo in attesa di una degna fine? o nel freezer dimenticati da Dio? ecco..questo è il dolce che fa per voi…una crema di panna e mascarpone, avvolta in una soffice meringa, il tutto arricchito da lamponi e pistacchi….che dite sepoffaaa???

 

DSC_0557 modificata (altro…)


Caramelle gelèe all’arancia

1° dicembre….primo giorno del calendario dell’avvento!! Oggi può iniziare (per chi già non l’avesse fatto) il countdown al Natale :D! Che gioia..ora le bacheche dei nostri blog, le vetrine dei negozi (quelle in realtà già da un po) si coloreranno di atmosfere magiche..in preparazione alla festa più sentita del mondo…

Ma oggi è anche l’inizio di un nuovo mese che porta con sé una nuova sfida…sempre lanciata da A&O e FAMILA. Di cosa si tratta? Pensate, preparate e fotografate una ricetta a base di ARANCE…vanno bene sia piatti dolci che salati…posta il tutto sul sito www.scrivilatuaricetta.it e invita più amici possibile a metterti like e a partecipare. In palio buoni spesa da 50 a 100 Euro da spendere nei supermercati A&O e FAMILA!!

Questa la mia proposta per la sfida in questione….la ricetta l’ho presa qui (non ho fatto grandi modifiche perchè era la prima volta che mi cimentavo nella preparazione delle caramelle…vista la semplicità potrei replicare con diverse personalizzazioni)!!


Ingredienti:
3 arance (assicuratevi che siano belle dolci);
280 gr di zucchero semolato + quello per lo spolvero;
24 gr di colla di pesce;
40 gr di pectina

Procedimento
Mettete la colla di pesce in acqua fredda ad ammorbidire per 10-15 minuti. Spremete le arance, filtratele per rimuovere tutti i pezzettini. Usate 300 ml di succo, ponetelo sul fuoco e aggiungete tutti gli ingredienti rimasti. Quando avrà raggiunto il bollore, aggiungere la colla di pesce ben spremuta e spegnete il fuoco. mescolate bene e ponete il tutto in uno stampo da plumcake imburrato e coperto da carta forno (imburrare prima lo stampo fa si che la carta forno aderisca bene allo stampo e non vengano pieghe).

Lasciate freddare a temperatura ambiente poi fate riposare in frigo almeno 3 ore (io tutta la notte).

La mattina dopo ricavate le caramelle con le forme che più gradite, passatele  nello zucchero e servite :D.

concorso promosso da A&O e FAMILA

Vi aspetto numerosi sul sito www.scrivilatuaricetta.it :)!


Panna cotta alle mele caramellate e salsa mou

Bene…e  con questa siamo a due ricette con protagonista le mele… credo che a questo punto sia arrivato il momento di fare outing: ODIO LE MELE!! ecco..l’ho detto…le odio! Finchè si tratta di mangiarne un paio di spicchi dopo i pasti, giusto per rinfrescare il palato…tanto via…ma quando si tratta di dover pensare a ricette con questo frutto io vado in paranoia!!

Va detto che non amo in generale i dolci con la frutta…ma chiaramente se trattasi di dolci con frutti di bosco o fragole la cosa mi garba…per tutto il resto invece non ce n’è..NON MI PIACCIONO! In particolare però le mele non mi vanno giu..ne in ricette dolci ne in quelle salate..
E ironia della sorte è già il secondo contest a cui partecipo in cui trovo lei…la regina della mia avversione a fare da protagonista ai piatti da presentare!! E’ o non è una sfid(g)a doppia??

Ma siccome a me piacciono le sfide…accetto volentieri..e per questo fantastico contest indetto da UIR, la MELAVIGLIOSA, ho voluto realizzare qualcosa che potesse esaltare il sapore delle mele…e che ovviamente mi piacesse. E siccome amo i dolci cremosi, al cucchiaio.. ho subito pensato ad una panna cotta…navigando in rete ho poi trovato questa ricetta che era proprio quello che avevo in testa…tranne che per la salsa mou a cui quindi mi sono ispirata..

 Ingredienti:
per la panna cotta
250 ml di panna;
25 gr di zucchero a velo;
1/2 cucchiaio di semini di vaniglia;
3 gr di colla di pesce (1 foglio e mezzo).

per la salsa mou
25 gr di zucchero;
5 gr di burro;
25 gr di latte

per le mele caramellate
1 mela fuji o golden;
2 cucchiai di zucchero;
cannella (in polvere)
una spruzzata di Vin Santo

Procedimento

iniziate con la panna cotta. In un bicchiere d’acqua fredda ponete in ammollo i fogli di colla di pesce. In un pentolino fate scaldare la panna a cui avrete aggiunto lo zucchero a velo. Mescolate bene cosicchè lo zucchero si sciolga e non crei grumi. Quando la panna sta per raggiungere il livello di ebollizione spegnetela e versateci dentro i fogli di colla di pesce ben strizzati.
Amalgamate bene e ponete la panna cotta nei barattolini (a me con queste dosi ne son venuti due). Fate raffreddare a temperatura ambiente per un paio d’ore e poi ponete in frigo per far rapprendere la panna cotta.

Ora procedete con il mou. In un pentolino fate andare lo zucchero semolato a fiamma media. Lo zucchero si scioglierà e si ambrerà. Quando sarà completamente sciolto versateci il burro e mescolate. Aggiungete quindi il latte, rimettete sul fuoco e girare per sciogliere i grumi che si sono formati. Versate quindi il mou cosi ottenuto in un bicchierino a raffreddare (a temperatura ambiente).
Con queste dosi otterrete il mou necessario alla ricetta. Ma se preferite, fatene di più..è una goduria pazzesca.

Caramelliamo quindi la mela procedendo dapprima alla sbucciatura della stessa, poi alla spezzettatura in piccoli cubetti. Ponete questi ultimi in una padella antiaderente con lo zucchero e la cannella e fate andare a fuoco medio. Quando si saranno un po ammorbiditi, sfumate con il Vin Santo.

Non resta che assemblare il tutto. Riprendente i barattolini di panna cotta, versateci uno strato di salsa mou, aggiungete le mele caramellate e ancora un po di salsa mou.
Facile no?? Se la provate mi fate sapere??

Con questa ricetta partecipo al contest indetto da UIR “la Melavigliosa”


Crostata morbida di mele al vin Santo e crema pasticcera

…toglie il medico di torno!! E ti fa vincere buoni spesa!
No, non sono impazzita…semplicemente A&O e Famila ha coinvolto me e altre blogger (La Greg, Chiara, Claudia e Veronica) delle Marche e dell’Emilia Romagna per far conoscere la sua bellissima iniziativa.. E io sono onorata di farvela conoscere!!!
Ma andiamo con ordine….
Ogni mese A&O e Famila sceglieranno un ingrediente principale con cui dovrà essere realizzato un piatto a proprio piacimento, che potrà essere dolce o salato. Una volta elaborata, e possibilmente fotografata (si sa l’occhio vuole la sua parte…), la ricetta dovrà essere caricata nel sito scrivilatuaricetta.it.
Invitate più amici possibile a partecipare e a votare la vostra ricetta. Vinceranno le due ricette maggiormente gradite con i “like”. I premi in palio sono due: alla 1° classificata un buono spesa del valore di Euro 100,00, alla seconda un buono spesa da Euro 50,00, da spendere in uno dei punti A&O e Famila.
Gli utenti del sito www.scrivilatuaricetta.it potranno “votare” le
ricette nel corso del mese relativo alla sfida in atto e fino ai 15 giorni
successivi la fine del mese stesso.

I “like” potranno essere espressi da tutti coloro che si collegheranno al
sito anche se non parteciperanno allo stesso.
Chi può partecipare?? Tutti i residenti delle Marche e dell’Emilia Romagnia, purchè in possesso della carta Club A&O e Famila. Per scoprire come partecipare, andate al sito www.scrivilatuaricetta.it
Questo mese l’ingrediente principale è indovinate un po?? LA MELAAAAAA 😀
Che aspettate a partecipare??? Vi aspetto sul sito www.scrivilatuaricetta.it 
 Di seguito la mia proposta…se vi piace votatela 😀

Ingredienti:

Per la frolla:
125 grammi di burro;
250 grammi di farina per dolci (00);
125 grammi di zucchero;
1 uovo
1/2 bustina lievito per dolci;
zeste di mezzo limone
Crema pasticcera:
1 uovo;
4 cucchiai di farina 00;
4 cucchiai di zucchero;
1 tazza di latte (media grandezza)
zeste di limone (circa 1/4 della buccia)
Mele caramellate
4-5 mele del tipo che più gradite (eviterei le mele verdi che sono un po acerbe..);
1-2 cucchiai di zucchero;
una tazzina da caffè di vin santo (o altro vino liquoroso di vostro gradimento);

cannella.

Procedimento per la frolla
1. in una spianatoia ponete la farina, il lievito, lo zucchero e il burro. In una ciotolina, prima di iniziare la lavorazione della frolla, sbattete leggermente l’uovo e ponete la ciotola sul piano di lavoro, pronta per essere utilizzata. Ora iniziate a lavorare il burro (che deve essere freddissimo) con la farina. Se avete mani troppo calde usate una spatola cosi da realizzare delle briciole di burro, farina e zucchero, da assomigliare a parmigiano grattugiato. Assolutamente non fare la mossa dell’impastare..ma solo dello spezzettare con le punta delle dita il burro. A questo punto aggiungere l’uovo e amalgamare il tutto fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea.
2.Appiattite la palla cosi da farne un “disco” piatto (si raffredderà cosi più velocemente), copritela con pellicola e ponetela a raffreddare per almeno 30 minuti.
3. Nel mentre che la frolla si fredda, procedete a preparare la crema pasticcera seguendo il procedimento Montersino di seguito descritto.
Procedimento per la crema in 4 semplici mosse (metodo Montersino)
1. in un pentolino scaldate il latte con le zeste di limone. 
2. Nel mentre montate le uova con lo zucchero e la farina. 
3. Quando il latte avrà fatto la patina in superficie versateci sopra le uova montate e NON mescolate. Il calore del latte farà si che le uova non si mescolino e rimangano in superficie. 
4. Quando dei vulcanetti di latte romperanno la superficie di uova, mescolate con una frusta il tutto e spegnete subito dopo. Avrete cosi ottenuto una crema soda e compatta, senza grumi, e senza esservi giocati un braccio a furia di mescolare :D!
Caramellate le mele:
1. Sbucciate e tagliate a cubetti 4-5 mele.
2. in una padella o pentolino antiaderente versateci lo zucchero che dovrà sciogliersi un po.
3. versare i cubetti di mele nella padella e fate andare a fuoco medio per qualche minuto. 
4. Aggiungete il vin santo e la cannella e fate sfumare per pochi minuti (le mele non devono cuocere ma restare sode. Questo procedimento serve solo per insaporirle.
Ora foderate lo stampo per crostate (diam 28) con carta forno. Dividete la frolla in due parti (una parte un po più abbondante dell’altra). Stendete la prima frolla più abbondante (che dovrà essere ben raffreddata) con un mattarello, aiutandovi con la farina per evitare che si attacchi al piano di lavoro. Avvolgete la frolla stesa intorno al mattarello e posizionatela sulla teglia, facendola aderire leggermente sui bordi.
Bucherellate il fondo e inserite le mele caramellate e la crema pasticcera.
Stendete la restante frolla come già illustrato in precedenza e ricoprite la parte superiore (non curatevi se non viene precisa e compatta..la torta avrà un aspetto ancora più rustico).
Cuocete in forno a 180° per circa 30 minuti, finchè non avrà preso colore. Spolverate di zucchero a velo e gustatevi questa delizia.

Vi aspetto su www.scrivilatuaricetta.it


Felice con le farfalle allo stomaco!!

45 esami, 7 anni di studio e lavoro intensi, un 106 alla triennale,
…questi i numeri della mia avventura universitaria… 
molte soddisfazioni, qualche boccone amaro….
lacrime infinite…
…di gioia, di rabbia, di stanchezza…di SODDISFAZIONE ….
Molte volte mi sono chiesta dove stessi andando e perchè…
ancora più spesso mi sono chiesta che senso avesse bruciare giornate di vita preziosa sopra quei tomi
…e tantissime volte non ho saputo rispondere..
….oggi riesco a dare un nome a tutto questo: si chiama PASSIONE!
immensa passione per il diritto, per la giustizia…
…tantissima sete di sapere…
ma soprattutto forte desiderio di mettersi “in pari” con il mondo, 
di riscattarmi, di avere quello che la vita mi aveva pesantemente tolto…
Non so quante volte ho maledetto questa scelta fatta in ritardo, 
di rimettermi sui libri, io che un lavoro ce l’avevo già…
ma più la maledivo, più mi impegnavo per finire..
…quasi automaticamente ad ogni esame superato, mi mettevo sotto con quello dopo..
l’università è la tua ancora di salvezza..ti permette di non pensare troppo ai problemi..aggrappati allo studio nei momenti più duri e vai avanti
le parole della mia migliore amica…
con il senno del poi dico che non poteva dirmi parole più vere…
di laureandi ce ne sono tanti..e io non ho nulla di più degli altri,
a parte quel fortissimo senso di orgoglio,
perchè ho lottato con le unghie e con i denti per arrivarci fin qui,
e contrariamente a quanto in tanti mi dicevano, soprattutto all’inizio..
io ci sono arrivata alla fine 😀
Oggi che finalmente salgo nell’ultimo gradino (prima della laurea) 
di questa enorme montagna chiamata giurisprudenza mi sento
di aver VINTO!!! 
VINTO LE MIE PAURE, LE MIE INSICUREZZE, LE MIE STESSE REMORE
e mi ritrovo qui a festeggiare con voi questo enorme traguardo (almeno per me)!

In alto i calici…BRINDIAMOOOOOOOOO :D!!!

E per festeggiare degnamente vi propongo queste mini pavlove…in realtà questa in foto è l’unica mini che ho fatto, era per fare l’assaggio di quella grande che ho preparato per festeggiare la festa della mamma.. ma siccome le foto della grande sono venute pietose (ne ho messa solo una per rendere l’idea) vi mostro questa piccola chicca che per me è bellissima..non escludo che in un futuro buffet (magari proprio quello della mia laurea) io possa realizzare tante mini pavlove. Di seguito vi do le istruzioni per una grande, ma va da se che potete farne cosa più preferite. 
Ingredienti:
150 gr di albumi;
300 di zucchero semolato;
qualche goccia di limone.
Per farcire:
fragole;
panna montata,
zucchero a velo per dolcificare
Procedimento:
Dividete gli albumi dai tuorli e poneteli nella ciotola della planetaria, unite metà zucchero e iniziate a montare con la frusta. Man mano aggiungete il restante zucchero fino ad ottenere un composto fermissimo e ben montato.
Nel mentre prendete un foglio di carta forno e disegnateci il diametro che volete dare alla vs. pavlova (io 26). 
Mettete il composto che avete ottenuto prima in una sac a poche, girate il foglio di carta forno, e partendo dal centro, seguendo il disegno del “vortice” riempite tutta la base. Fate poi i bordi alti almeno un due-tre centimetri. (io ho voluto esagerare, mi sono fatta prendere la mano, ma mi stavo divertendo troppo :DD)!
ora cuocete in forno a 100° per 2 ore, 2 ore e 1/2 mettendo una paletta di legno nella fessura del forno cosi che rimanga sempre aperto.Sfornate la meringa, fatela raffreddare. 
Montate poi la panna montata, dolcificatela a vostro gusto(andateci cauti perchè la meringa è dolcissima di suo), lavate le fragole e tagliatele a vostro piacimento (la mia capacità decorativa è pietosa)!!
Ora riempite la meringa di panna e fragole disponendole come più preferite.

(questa è una foto pessima del risultato..ma ero da mia sorella ed era di sera…tremendamente brutta)


Una torta di compleanno, che sembra una crostata ma che si sente un cheesecake :)))!

In questi giorni vi ho parlato di una Sara triste, affranta…
..di una Sara che stenta a nascondere il mal di vivere…
…che ha veramente toccato il fondo della tristezza…
….ma dopo il fondo c’è la risalita…
…e io sto risalendo..
grazie a Lui che mi ha spronato,
grazie agli amici che mi hanno coccolato nel giorno prima del mio compleanno…
…sabato pomeriggio sono stata rapita e portata in quel di Bologna….
(la foto fa pietà…pardon)
con in mano questo buono

ben 130,00 euro da spendere a mio piacimento….


esiste qualcosa di più efficace dello shopping per far tornare il sorriso a noi donne??

e cosi tra un negozio e l’altro…
mi sono comprata due paia di scarpe…
ma soprattutto mi sono rilassata…
ho fatto il pieno di belle cose…
e a cena ho mangiato una delle pizze più buone che abbia mai assaggiato..
da Ranzani 13..
crotonesi e bolognesi si sono uniti…
ed hanno creato qualcosa di magico..
come queste pizze…
(pizza caso & pepe)
(pizza Doc: pomodoro San Marzano, mozzarella di bufala, basilico e parmigiano)

Come sto ora??
Bene, anzi benissimo..ho finalmente voltato pagina..e mi è tornato il sorriso stampato in faccia…
….certo i problemi che mi avevano provocato questo stato rimangono…
ma cambia il mio modo di affrontarli…
asciugate le lacrime rimane solo una grande grinta e voglia di vivere :))!!

Per festeggiare il mio compleanno mi sono cimentata in una pseudotorta, che è più una crostata, ma che ha la base di un cheesecake…insomma..un miscuglio di cose…ma devo dire che è venuta buona…
La cosa bella è che ho reciclato dei cantuccini ai frutti di bosco che mi stavano scadendo…ed è stata la mossa vincente.
Ingredienti:
per la base:
350 gr di cantuccini (o biscotti secchi);
90 gr di burro.
Per la crema:
750 ml di latte;
3 tuorli medi (io 4 piccolini);
90 gr di zucchero;
90 gr. di farina;
zeste di limone.
Per la decorazione:
frutta a piacere.
Procedimento.
Iniziate dalla base, tritando con il robot da cucina i biscotti con il burro, fino ad ottenere un composto sabbioso.
Disponete quindi il tutto sulla teglia da crostata e cercate di compattare aiutandovi con un cucchiaio. Ponete in frigo a rapprendere.
Nel mentre preparate la crema mettendo a bollire il latte con le scorze del limone. Montate i tuorli con zucchero e farina, e quando ben montati aggiungerli al latte ormai ben caldo, mescolate fino ad ottenere la giusta consistenza.
Coprite la superficie con pellicola trasparente e ponete in frigo. 
Appena si sarà freddata versatela sulla base del dolce e decorate con la frutta a vostro piacimento.
Ho volutamente omesso la gelatina, perchè non la amo..ma regolatevi voi secondo i vostri gusti

Con questo dolce partecipo al contest della dolcissima Vale di “La ricetta che Vale”

Vale dolcissima, intanto grazie per la tua vicinanza, seppur virtuale…posso garantirti che il tuo affetto, come quello di altre care blogger, mi è arrivato tutto..e non vedo l’ora di abbracciarti per dirti veramente grazie :)!
Per partecipare al contest richiedevi una ricetta che Vale….bhè questa segna la mia rinascita, quindi vale e come…inoltre è rapidissima, è originale (visto che non si capisce se è una crostata, un cheesecake o altro…) e di effetto…che te ne pare??  Un bacio amica mia