Tag Archives: primi

Vellutata di zucca

 

DSC_0939 mod

Torno dopo quasi un mese di assenza.. sono stata un po impegnata..ma ora sono pronta a ripartire..

Non ho fatto bilanci per il 2015 né ho aspettative per questo nuovo anno. Sento di avere già molto..e non chiedo molto altro.. solo che tutto questa serenità mi accompagni per ancora molto tempo.

Sono finite le feste e si torna a fare i conti con la bilancia…servono idee sfiziose ma leggere, che possano scaldarci dentro in questi giorni di freddo intenso!! E allora vi propongo questa vellutata di zucca, dal sapore avvolgente!!

(altro…)


Noodles ai gamberetti

Questa è la storia di un’amicizia speciale
..iniziata timidamente tra le righe virtuali della blogsfera,
diventata cosi forte da non conoscere limiti
 imposti dalla distanza, dal (poco) tempo,
dai ritmi frenetici di entrambe.

Questa è la storia di due ragazze
unite da una profonda passione
per la verità,
per la giustizia,
 per il giusto.

Questa è la storia di una bambina thai
costretta a lasciare la sua terra d’origine troppo in fretta..
Catapultata nel mondo occidentale
si è adattata ben presto alla sua nuova vita….
non perdendo però mai di vista
quello che la cultura thai le ha insegnato.

Dicono che i thailandesi siano il popolo del sorriso,
..credo che sia proprio il sorriso la traccia più evidente delle sue origini…
Nonostante la vita non sia stata, almeno inizialmente, cosi generosa con lei,
non ha mai smesso di sorridere
e di lottare per una vita migliore.

Vita migliore che ha desiderato con tutte le sue forze,
e che oggi è sotto gli occhi di tutti….
è infatti un’eccepibile mamma,
moglie,
avvocato,
blogger e tantissimo altro ancora.

In ogni cosa che fa eccelle,
ma forse non sa,
che la cosa in cui brilla di più
sono i sentimenti.

Nonostante la sua vita cosi piena,
ha sempre tempo per una parola di conforto,
di incoraggiamento, di entusiasmo.
Non nega mai a nessuno
un sorriso,
una parola dolce,
un cuoricino virtuale.

Nonostante sia circondata da una marea di persone
che la amano e la stimano,
lei non perde occasione per farti sentire,
l’amica più unica e speciale che abbia.

Se un problema ti affligge,
lei se ne fa carico come fosse suo.
Se le capita qualcosa di bello,
è pronta a condividerlo con tutti.
Credo sia la persona
più pura di spirito
che abbia mai conosciuto.

#solocosebelle è il suo motto,
e io quelle gli auguro.

Amica mia,
che Dio, o qualunque sia l’entità soprannaturale a cui sei devota,
ti triplichi quello che tu doni agli altri.
Sei speciale tesoro e io troppo fortunata ad averti cosi vicina (seppur solo con il cuore).
Meriti il meglio dalla vita.

Cosa di meglio potevo preparare in suo onore, se non un piatto che parla della sua terra natia, a cui lei si sente profondamente legata? E che ricetta thai sia….
Noodles ai gamberetti
Ingredienti per due persone:
2 conf di noodles monoporzione (con salsa di pollo all’interno);
1 carota;
1 zucchina;
1 peperone;
1 porro;
salsa di soia;
4 cucchiai di germogli di soia;
gamberetti (una quindicina circa ma più abbondante e meglio è).
olio evo;
sale;
pepe;
erba cipollina.
 

Procedimento:
Nel wok fate appassire per una decina di minuti circa (devono cuocere ma rimanere croccanti) le verdure tagliate a listarelle (tranne il porro a rondelle) in un filo d’olio evo. Aggiungete anche i germogli di soia previo risciacquo in acqua corrente. Nel frattempo sgusciate i gamberi e quando le verdure saranno un po appassite aggiungeteli ad esse per far insaporire.
In un pentolino mettete un bicchiere d’acqua e la salsa di pollo che trovate nella confezione. Quando bolle buttateci dentro i noodles e mescolateli con delicatezza per separarli. Dopo circa 3 min sono cotti.
Aggiungeteli quindi nel wok dove si trovano le verdure e saltateli un po con un po di salsa di soia (fate voi le quantità..ne basta comunque poca). Finite con l’erba cipollina sminuzzata e una spolverata di pepe.

Con questa ricetta partecipo al giveway della mia amica del cuore Vaty

non so manco io a quale delle due categorie partecipare..per me sono due oggetti stupendi..lascio a te amica mia l’onore di decidere per quale oggetto concorrere!! <3


Orecchiette ai broccoli

Anno nuovo…nuova sfida all’orizzonte…sfida del cavolo…
no no..non avete capito..non sto criticando l’iniziativa proposta da A&O e Famila…ho solo preannunciato l’ingrediente principale che è stato scelto per la sfida del mese di gennaio: il cavolo!!
Preparate una ricetta con protagonista il cavolo (qualsiasi tipo ovviamente), pubblicatela sul sito www.scrivilatuaricetta.it. La ricetta che riceverà più voti, potrà vincere fino a 100 Euro di buoni spesa da spendere nei supermercati A&O e Famila. Ma c’è un premio anche per il secondo classificato…ben 50 Euro di buoni spesa.
Che ne dite? Vi alletta questa nuova sfida??
Io ho partecipato con il cavolo broccolo….venite a vedere come

Ingredienti:
150 gr di orecchiette di semola di grano duro,
1 cavolo broccolo,
aglio;
olio,
sale,
peperoncino,
parmigiano.

Procedimento;
Lavate il cavolo e spezzatelo in 4-5 parti. Lessatelo in acqua e scolatelo con una schiumarola (non buttate l’acqua perchè ci cuocerete le orecchiette). Salate l’acqua e buttate le orecchiette.
In una padella fate soffriggere uno spicchio d’aglio schiacciato con il peperoncino in due cucchiai d’olio evo, poi aggiungere il cavolo lesso e tagliato grossolanamente.Salate e stufate il cavolo.Quando le orecchiette saranno cotte, scolatele e saltatele insieme al cavolo. Impiattate e servite con una spolverata di parmigiano.

Vi aspetto sul sito www.scrivilatuaricetta.it


Gnocchi di zucca con fonduta di formaggi

L’autunno è il periodo delle zucche, zucche di halloween (a proposito avete festeggiato ieri??) e  zucche in cucina..declinate in tutti i modi possibili. 
Novembre però porta con se, oltre a queste meraviglie, anche una nuova e irresistibile sfida per tutti gli abitanti delle Marche e dell’Emilia Romagna…. volete sapere di cosa sto parlando??
Semplice…della bellissima iniziativa di A&O e FAMILA..che, dopo la sfida di ottobre a base di mele, rilancia con un’altra sfida…a base di….ZUCCHEEEE!!!
Pensate, preparate e possibilmente fotografate una ricetta a base di zucca, va bene sia dolce che salata, postatela nel sito www.scrivilatuaricetta.it e invitate i vostri amici a partecipare e a votare le vostre ricette. In palio per il primo classificato 100,00 Euro di buoni spesa nei supermercati A&O e FAMILA e 50,00 Euro di buoni spesa per il secondo classificato.
Che aspettate quindi?? Correte a partecipare…
Questa invece la mia proposta 

Ingredienti per 2 persone:
Per gli gnocchi
600 gr di zucca (da cruda e con la buccia);
2 patate medie;
100 gr di farina 00;
un pizzico di noce moscata
Per la fonduta ai formaggi
1/2 bicchiere di latte
50 gr di gorgonzola;
50 gr di emmental;
30 gr di pecorino fresco.
Procedimento: 
togliete i semi di zucca all’interno e tagliate a fette la zucca dello spessore di un paio di centimetri l’una, disponetele in una teglia coperta da carta forno e cuocete in forno a 180° per circa 30 minuti.
Nel mentre mettete a lessare due patate con la buccia. Saranno pronte quando si infilzeranno con la forchetta e risulteranno morbide all’interno. Scolatele e, una volta raffreddate, sbucciatele. A questo punto la zucca sarà cotta. Sfornatela e togliete la buccia. Schiacciate patate e zucca con lo schiacciapatate e iniziate ad impastare con la farina e il pizzico di noce moscata. L’impasto sarà molto molle, ma aiutatevi con un po di farina per lavorarlo. Dividete l’impasto in fettine che arrotolerete per creare i cordoncini che andrete a tagliare per realizzare gli gnocchi. 
Quando l’acqua bollirà, buttate gli gnocchi e dopo qualche istante girate delicatamente con un cucchiaio di legno per evitare che attacchino al fondo. Saranno pronti quando verranno a galla. 
Preparate quindi la fonduta versando il latte in un pentolino e quando sarà caldo, versate i formaggi precedentemente tagliati a cubetti partendo dall’emmental (che è il più duro e quindi più lento a sciogliersi) e a seguire gli altri. Otterrete una crema piuttosto liquida.
Scolate gli gnocchi e conditeli con la fonduta. Versate quindi il parmigiano grattugiato e servite. 

Vi aspetto sul sito www.scrivilatuaricetta.it con le vostre ricette per la sfida del mese :D!

Vi aspetto su www.scrivilatuaricetta.it

5 Comments
POSTED IN:


Il mio piatto forte…per te Befy

Quando penso a lei la prima cosa che mi viene in mente è il suo sorriso dolce.
Se dovessi definirla con una sola parola, non avrei dubbi: 
sarebbe SEMPLICITA’ nell’accezione più positiva del termine…
una donna di pochi fronzoli ma di molta sostanza 
che è mamma, moglie (o compagna che dir si voglia) e cuoca perfetta…
una perfezionista in tutto quello che fa…
se fate un giro nel suo blog non potete che darmi ragione…
di chi sto parlando? ma di lei..la dolcissima Maddy..
la mia amichetta blogger del cuore..
colei che mi ha trasmesso una marea di cose belle nel primo vero raduno gallinesco..
 La nostra amicizia, contrariamente a quanto si possa pensare, è nata prima nel mondo reale, precisamente alla stazione di Roma termini..
..solo dopo sono diventata una seguace assidua del suo blog…
..una cucina cosi speciale..che scaccia davvero tutti i pensieri..

 del nostro primo incontro ricordo lei 
senza un filo di trucco (bellissima nella versione acqua e sapone) 
e un forte accento toscano (troppo simpatico).
E’ stata “amicizia a prima vista”..
nel tragitto dall’hotel al ristorante (a piedi!!) ci siamo raccontate mezza vita..
e da li non ci siamo più “lasciate”..
Come ogni amicizia vera che si rispetti, non conta l’assiduità delle nostre telefonate..
seppur non riusciamo a sentirci con costanza, quando ci sentiamo..
è un turbinio di risate e racconti..
come se non ci sentissimo dal giorno prima..

gliel’ho detto tante volte e glielo ripeto volentieri qui
io la stimo un mondo....
perchè riuscire a tenere in piedi tutto sempre sorridendo alla vita 
è come vincere una scommessa col diavolo..
E tu amica mia l’hai vinta.. <3

Ti voglio bene mia BEFY , nel senso più ampio e sincero del termine..
e prego affinchè la nostra amicizia non si deteriori ne per la distanza..ne con il tempo :)!!!

Proprio per dimostrarti quanto ti voglio bene, ho deciso di partecipare al tuo fantastico contest con quella che per me è la ricetta per antonomasia: gli gnocchi di mia nonna!!
Sono molto molto legata ad essa perchè ogni domenica, da bambina, andavamo a pranzo da lei, e questo era il suo piatto forte..

Nonostante lo gnocco sia molto difficile da “azzeccare” dato che molto dipende dal tipo di patate impiegate e dalla loro capacità di assorbire acqua, lei ce lo presentava fierissima in un vassoio di coccio enorme, con un buon sugo d’anatra…ma a volte anche con semplice sughetto alla salsiccia e pomodoro fresco…una specialità!!
La peculiarità di questo gnocco è il fatto che non viene preparato con l’aggiunta di uova..semplicemente patate, un pizzico appena di sale e farina…

Vieni amica mia…ti mostro come li preparava mia nonna… 

Questa la mia ricetta per te….
Ingredienti per 2 persone (porzioni abbondanti)

Per gli gnocchi:

300-400 gr di patate preferibilmente rosse (pesate da crude con la buccia e tutto)
100-150 gr di farina a seconda dell’assorbimento delle patate
un pizzico di sale (io spesso neanche lo metto perchè funziona un po come la pasta secca..che prende il sale dall’acqua di cottura e dal condimento)
Per il sugo d’anatra:
un pezzo di anatra con la pelle;
1 confezione di passata di pomodoro o pomodori pelati (io passata mutti)
sedano;
carota;
cipolla;
alloro;
rosmarino;
olio evo;
sale;
pepe.
Procedimento:
per gli gnocchi:
lessate le patate con la buccia, scolatele e  fatele raffreddare. Schiacciatele con lo schiacciapatate riponendole direttamente sulla spianatoia. Salate appena e unitevi parte della farina. Non è possibile stabilire a priori la quantità della farina perché, come scrivevo anche sopra, molto dipende dal tipo di patate e dall’asasorbimento che hanno.
Iniziate quindi a lavorare il tutto aggiungendo farina man mano che l’impasto avrà assorbito quella già inserita. Fermatevi quando la pasta avrà preso la giusta consistenza e compattezza, e premendo con il dito rimarrà il segno senza che la pasta si “sfibri”.
A questo punto prelevate un pezzo di pasta per volta, formate dei cordoncini e ricavateci degli gnocchi di piccole dimensioni (sono più buoni cosi che grandi).
Ecco qui il risultato…
Per il sugo (questa volta realizzato dal mio Lui):
In una casseruola di coccio (ma anche altra va bene uguale..diciamo che il coccio consente una cottura con una marcia in più) ponete sedano, carota, cipolla, fate soffriggere in un filo d’olio evo. Aggiungete il pezzo d’anatra, facendo rosolare un po la carne. Dopodichè aggiungete gli odori e la passata di pomodoro. Allungate con un po d’acqua e fate andare a fuoco bassissimo per qualche ora. Se si ritira troppo aggiungete ancora acqua. Il sugo è pronto quando la carne sarà tenerissima. 
Spegnete e fate intiepidire. Dopodichè prelevate il pezzo di carne, eliminate la pelle, e disossate la carne (per quanto possibile). I piccoli ciccetti di carne daranno l’effetto ragù sensazionale quando lo addentate insieme agli gnocchi. Riscaldate il sugo.
Ora cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata. Lo gnocco è pronto quando verrà a galla. Impiegherà comunque pochi minuti :)!

Condite quindi gli gnocchi con il sugo, abbondate di parmigiano grattugiato e servite.

Con questa ricetta partecipo al contest “Il mio piatto forte” della mia amichetta Maddy

* * * 
Insieme alla ricetta voglio regalarti un ricordo…
…noi due insieme…
(versione scema)
(versione super fashion :DD)
La tua gigia
6 Comments
POSTED IN:


Spaghetti alle cozze

Lo so,
sono sempre la solita…annuncio che torno..faccio la comparsa..e sparisco di
nuovo…
…stavolta
però ho un’attenuante: mi si è rotto il pc!!
Ne ho un
altro a casa..ma tutte le foto che avevo salvato sono dentro a quello rotto…risultato:
non avevo più nulla da pubblicare hihihihi!!
Che gnogna
che sono!! Perdonatemiiiiiiiiiii J!!
Stamattina
quindi, avendo la mattinata libera..mi sono rimessa all’opera..ho già impastato
il pane (grazie a Tery che mi ha donato la pasta madre) e sto preparando la
pasta sfoglia per accontentare uno dei capricci del mio fidanzato: i ventagli
di pasta sfoglia ripieni di marmellata!!
Ieri
poi se ne esce e mi fa “voglio il pandoro!”….cosa odono le mie orecchie..lui,
che odia tutti i dolci natalizi, vuole il pandoro…..E CHE PANDORO SIA!!
Settimana
prossima vedrò di cimentarmi!!
Nel
mentre vi lascio con questo piatto di pasta e cozze..sicuramente un po estivo…ma
che non passa mai di moda J
(era l’unica cosa che avevo in archivio insieme alla focaccia barese..pure quella
un pelino estiva visto che è farcita con pomodorini)!

A presto spero  J

Ingredienti per 2
persone:

1 kg di cozze
freschissime (io quelle di portonovo);
pomodorini pachino;
olio;
aglio;
prezzemolo.

200 gr di pasta lunga
(io spaghettoni ma ci sta bene tutta la pasta lunga – chitarrine, spaghettini,
linguine etc..).

Procedimento:

pulite
le cozze esternamente con una retina, togliendo la stoppa. sciacquatele bene e
ponetele in una pentola ben capiente con coperchio, fate andare 5 min a fuoco
medio. Le cozze quindi si apriranno e rilasceranno il loro liquido.
Scolate
le cozze conservando il liquido prodotto. Ripassate una per una le cozze per
verificare che la stoppa sia stata completamente eliminata e rimuovere
eventuali residui.
Mettete
a bollire l’acqua per la pasta, salandola.
In
una padella a bordi alti versate un goccio d’olio e dell’aglio. Fate rosolare e
aggiungete i pomodorini. Fate andare qualche minuto (5 circa) e aggiungete le
cozze e il loro liquido che avrete avuto cura di filtrare. Fate andare 10 min
circa e in finale aggiungete il prezzemolo.
Quando
l’acqua bolle aggiungere la pasta.
Scolatela
al dente e ripassatela nella padella dove avete cotto il sughetto. Aggiungete altro prezzemolo fresco e servite!


Casarecce risottate al cavolfiore e curry

Arrivo sempre un minuto dopo l’ultima…ma arrivo….
A dir il vero questa volta ho seriamente rischiato di non farcela..causa svogliatezza mia e problemi al pc….ma non potevo non partecipare al suo contest…
Lei che per me è un’amica preziosa, una donna speciale,una sorella maggiore, 
non meritava di essere ignorata….

Il piatto non è sicuramente di alta cucina..anzi è molto semplice..e forse proprio la sua semplicità mi ha colpita al punto di convincermi che si, questa era adatta al tuo contest!!
Semplice come lo sei tu nell’animo amica mia..nonostante avresti tutte le carte in regola per tirartela!! 

Questo piatto è per te..per dirti grazie per tutte le volte che ci sei stata, 
per le mille volte che mi hai ascoltata, capita, sostenuta, incoraggiata!!
Senza di te quest’ultimo anno non sarebbe stato lo stesso…
Perchè quando una persona da senza pretendere (e spesso avere) nulla in cambio..
..entra inesorabilmente nel tuo cuore per non uscirne più!!

Ti voglio davvero bene tesoro <3

Ingredienti per due persone:
180 gr di pasta;
1/2 cavolfiore;
1 cipolla piccola;
olio;
brodo vegetale;
curry.
Procedimento:
In una padella capiente far soffriggere la cipolla tagliata finemente con un filo d’olio, aggiungere il cavolo precedentemente lavato, spezzettandolo in tanti piccoli mazzetti.
Aggiungere un paio di mestoli di brodo e far cuocere. Quando il cavolo si infilza con una forchetta, aggiungere la pasta e aggiungere gradualmente il brodo, come si fa con il riso.
Quando la pasta è quasi cotta assaggiare per regolarne la sapidità (nel mio caso non ho aggiunto sale perchè il brodo era già saporito di suo) e aggiungete il curry.
Spolverare ancora di curry (come se non ci fosse un domani :D) e servire.
Con questo post partecipo al contest di Vaty

Orecchiette alle cime di rapa

Buongiorno carissime…stamattina finalmente c’è un bel sole fuori…che la primavera timidamente stia venendo fuori?? La aspetto con ansia..e non vedo l’ora di riaverla…
Nel mentre mi godo i paesaggi di un verde brillante..che incantano la vista e ti fanno star bene solo a guardarli! Questo è il periodo più bello dell’anno, quando la natura torna a sbocciare e ti riempie di colori intensi….bellissimi!!

Come di un verde intenso sono queste cime di rapa..realizzate integralmente da Lui (ormai la cucina è diventata il suo regno) con buona pace della mia pancia!!
Presto tornerò anche io a cucinare…nel mentre però vi delizio con questo piatto..a noi è piaciuto tanto :-)!

Ingredienti:
200 gr di orecchiette;
1 mazzo di cime di rapa;
3-4 alici;
1 spicchio d’aglio;
1 punta di peperoncino;
pangrattato;
olio evo;
sale e pepe q.b..

Procedimento:
Pulite le cime di rapa e scottatele per qualche minuto in acqua bollente cosi da ammorbidirle. In una casseruola, fate soffriggere l’aglio, l’olio, le acciughe e il peperoncino. Aggiungete le cime di rapa, salate e pepate e fate insaporire.
Nel mentre fate colorire il pangrattato in una padella antiaderente senza olio, per pochi minuti. Lessate le orecchiette e quando sono al dente, scolatele e saltatele in padella con le cime di rapa. Finite con una spolverata di pangrattato.

24 Comments
POSTED IN:


Un primo colorato

Questa pasta non piacerà alla mia amica Roberta che mal tollera gli ingredienti fuori stagione…a ragione dico io..visto che le verdure (come la frutta) acquistate quando non è il loro tempo, non sanno di molto..e soprattutto non si sa da dove vengono, oltre che costano una cifra.
Però Roby ho delle argomentazioni a mia discolpa:
1. il pochissimo tempo che ho per cucinare..tantomeno x fare la spesa..spesso prendiamo quelle 4 cose in fretta e furia senza riflettere troppo;
2. avevo una voglia matta di colori nel piatto e questa pasta soddisfa in tutto il mio desiderio;
3. la ricetta me l’ha passata una mia carissima amica e volevo rifarla per quanto mi è piaciuta :)!

Roby ti ho convinto? sono perdonata? :))!!
Vaty ti è piaciuta la mia arringa difensiva?? sono promossa come aspirante avvocato?? 😀

Ingredienti per due persone:
180 gr di pasta corta a vostra scelta;
1 peperone rosso;
1/2 confezione di panna da cucina;
zafferano.
1/2 cipolla;
olio e sale q.b.

Procedimento:
mettete sul fuoco la pentola d’acqua per la pasta. In una padella antiaderente fate soffriggere l’olio con la cipolla tagliata finemente, i peperoni tagliati a listarelle, salate, pepate e fate cuocere un po, finchè i peperoni non risultano cotti. Aggiungere panna e zafferano.
Nel mentre cuocete la pasta, scolatela e fatela saltare in padella con il sughetto per far amalgamare bene gli ingredienti.

26 Comments
POSTED IN:


Spaghetti rapidissimi

Oggi più che una ricetta, vi suggerisco un’idea sfiziosa e velocissima per combinare un primo in 5 minuti..impiegherà di più a cuocere la pasta che altro!!

Non ho molto da raccontarvi…posso solo dirvi che sono abbastanza stanca..le mie giornate sono quasi integralmente passate (o bruciate?) sui libri..vita sociale quasi azzerata..non parliamo della cucina..ciò che vi pubblico è tutto da repertorio…si e no che ho tempo di mangiare..figuriamoci cucinare!!
Però la mia cucina mi manca, avevo tante ricettine da sperimentare per Natale, regali homemade..post natalizi…ma per il momento è tutto bloccato…non ho tempo! Non vedo l’ora di tornare alla normalità! Scusate se non rispondo ai commenti e se non sempre passo a salutarvi…ma in questo momento non riesco proprio..però vi penso tutte :))!!


Ingredienti x 2 persona:
7-8 olive verdi,
1 scatoletta di tonno;
1/4 di cipolla;
un cucchiaino di capperi;
3-4 alici.

200 gr di spaghetti

Procedimento:
Mettete a lessare la pasta. Nel frattempo, in una padella antiaderente, fate soffriggere la cipolla tritata finemente con un filo d’olio, a seguire unite le alici spezzate in 2-3 parti cosi da farne diffondere il sapore, i capperi, il tonno, le olive verdi (anche queste tagliate a metà) e fate andare per non più di 5 min perchè altrimenti si rischia di seccare troppo il sugo.

Scolate la pasta al dente, fatela saltare nella padella dove avete fatto il sughetto.

Buon appetito!!

17 Comments
POSTED IN: