Tag Archives: Torte decorate;

Torta al mascarpone e caffè con base croccante

Vi avevo lasciato con un post molto malinconico…frutto di un turbinio emotivo che mi ha letteralemente travolta nelle ultime settimane….
I cambiamenti sono croci e delizie per me…che li cerco ma che poi li temo….
E cambiamenti ce ne sono stati nella mia vita professionale..da lunedi infatti sono impiegata statale :D!!
Ma le novità non sono finite…eh no perchè domani si festeggia anche un altro grande avvenimento: la messa in onda del nuovo portale web IFOOD...un portale “dove i blogger ci mettono la faccia, si sporcano le mani, il grembiule e le idee” …
Gli ingredienti di questo portale sono la passione per la cucina, l’amicizia che lega noi blogger e la voglia di crederci di una società importantissima..la NetAddiction che ha realizzato il miracolo, avverando quello che fino a poco fa era solo un sogno!
Di questo immenso progetto sento di dover ringraziare tutte le admin del gruppo bloggalline, che si sono fatte il mazzo per riuscire ad andare in onda e per far si che tutto ciò diventasse realtà, in modo particolare Vatinee che è stata la prima ad essere stata notata dalla società e che ha voluto condividere questa opportunità con tutte noi!! Ma un grazie profondo lo dedico alle bloggalline tutte…con tutto quell’entusiasmo, si sprigiona un’energia positiva..quella che ci fa dire che il nostro motto è #solocosebelle !!
Io sono troppo orgogliosa di fare parte di questa squadra…un’emozione unica!
Vi aspetto sul portale www.ifood.it

Nell’attesa che anche il mio blog cambi d’abito e salga a bordo del portale, vi offro un pezzo di questa torta…che ne dite?
L’idea di questa torta mi è venuta vedendo questo spettacolo di Ale, da cui ho preso la ricetta per la base..il resto è frutto della mia voglia di un dolce cremoso…venite a vedere…

Ingredienti per una tortiera a cerniera da 22:
per la base (ricetta di Ale con le mie modifiche)
220 g di biscotti al cacao ridotti in polvere;
100 g di nocciole pelate tritate finissime (io nn le avevo e ho messo pari peso di corn flakes);
100 g di farina 00;
1 uovo medio;
olio di semi (io di riso, ma ne ho dovuto mettere un po perchè altrimenti non mi si legava nulla).

per la crema inglese
– 250 gr di panna fresca;
– 113 gr di latte intero fresco;
– 83 gr di tuorli;
– 50 gr di zucchero semolato;
– 1/2 cucchiaino di semi di vaniglia (o il contenuto di una bacca di vaniglia)
– 2 gr di agar agar (o colla di pesce)

per il cremoso al caffè
-1/2 dose di crema inglese;
– 5/6 cucchiaini di caffè solubile;

per il cremoso al mascarpone
-1/2 dose di crema inglese;
-250 gr di mascarpone

per il disco di cioccolato fondente
-100 gr di cioccolato fondente al 70%

Procedimento:

partiamo dalla base tritando i biscotti e i corn flakes, aggiungete quindi la farina e l’uovo, e l’uomo di semi, un po per volta, finchè non si compatterà il tutto (anche se non ben compattato non preoccupatevi perchè con la cottura, l’uovo farà da collante). 
Avvolgete quindi la palla nella pellicola e riponete in frigo per mezz’ora.
Trascorso il tempo ponete l’impasto nello stampo e aiutandovi con un cucchiaio fate la base e i bordi, schiacciando bene per compattare.
Cuocete il tutto in forno caldo a 180° per circa 15 minuti, quindi fate raffreddare e poi sformate. Questo sarà il “contenitore” del vostro dolce.
Ora prepariamo il disco di cioccolato, facendo sciogliere il cioccolato a bagno maria. Mentre lo farete raffreddare, disegnate su un foglio di carta forno la sagoma di uno stampo da 20 e iniziatelo a disegnare con il cioccolato in uno strato piuttosto spesso. Fate quindi raffreddare il tutto in frigo.
Per la crema inglese
Fate bollire il latte con la panna. Nel mentre montate i tuorli con lo zucchero e i semini di vaniglia. Quando il latte ha fatto la patina, buttate i tuorli montati e lasciate sul fuoco senza toccare finchè dei piccoli vulcani di latte bucheranno la montata di uova. A questo punto girate il tutto con una frusta e aggiungete l’agar agar (o la colla di pesce). Mescolate bene.

Per il cremoso al caffé



Prendete metà dose della crema inglese e aggiungete il caffè solubile. Fatelo finché la crema è ben calda cosi si scioglierà meglio il caffè. A questo punto ponete in frigo a raffreddare. Una volta raffreddato assemblatelo con la torta. 
Per il cremoso al mascarpone
Prendete la restante metà della crema inglese, che dovrà ormai essere fredda. Aggiungete il mascarpone e giratela con la frusta. 
Completate l’assemblaggio aggiungendo il disco di cioccolato che ormai si sarà tirato, e infine il cremoso al mascarpone, decorando a vostro piacimento (nel mio caso ho fatto i ciuffetti di mascarpone ma potete fare come gradite).
Completate con una spolverata di cacao.


Torta tocco

 
 

Questa la torta che ho realizzato per festeggiare con la mia famiglia e quella di Enrico, il traguardo raggiunto!!
E’ stato divertente provare a realizzare qualcosa di decente con la pasta di zucchero. Devo molto ai suggerimenti e consigli di Vale, la vera maestra in fatto di torte decorate!!
Si
tratta di una base da 24 cm di pan di spagna (anche se la prossima
volta farei piu’ strati perchè è venuta bassina) farcita con crema
diplomatica (rigorosamente con crema pasticcera di Elena che è diventata la mia ricetta ufficiale tant’è buona con l’aggiunta di 200 ml di panna montata leggermente zuccherata con zucchero a velo) e arricchita con gocce di cioccolato.
Ricoperta in pasta di zucchero nera con decorazioni color oro!!

 

Sperando che questa coccinella sia di buon auspicio per il mio futuro professionale :)!!

p.s.: ieri erano 2 anni di blog…varie vicissitudini mi hanno impedito di pubblicare il post di oggi e di gioire a dovere per questo bel traguardo!! Ho rimediato oggi con questa bella torta e tanto rosso che male non fa :)!!!


Una torta di compleanno, che sembra una crostata ma che si sente un cheesecake :)))!

In questi giorni vi ho parlato di una Sara triste, affranta…
..di una Sara che stenta a nascondere il mal di vivere…
…che ha veramente toccato il fondo della tristezza…
….ma dopo il fondo c’è la risalita…
…e io sto risalendo..
grazie a Lui che mi ha spronato,
grazie agli amici che mi hanno coccolato nel giorno prima del mio compleanno…
…sabato pomeriggio sono stata rapita e portata in quel di Bologna….
(la foto fa pietà…pardon)
con in mano questo buono

ben 130,00 euro da spendere a mio piacimento….


esiste qualcosa di più efficace dello shopping per far tornare il sorriso a noi donne??

e cosi tra un negozio e l’altro…
mi sono comprata due paia di scarpe…
ma soprattutto mi sono rilassata…
ho fatto il pieno di belle cose…
e a cena ho mangiato una delle pizze più buone che abbia mai assaggiato..
da Ranzani 13..
crotonesi e bolognesi si sono uniti…
ed hanno creato qualcosa di magico..
come queste pizze…
(pizza caso & pepe)
(pizza Doc: pomodoro San Marzano, mozzarella di bufala, basilico e parmigiano)

Come sto ora??
Bene, anzi benissimo..ho finalmente voltato pagina..e mi è tornato il sorriso stampato in faccia…
….certo i problemi che mi avevano provocato questo stato rimangono…
ma cambia il mio modo di affrontarli…
asciugate le lacrime rimane solo una grande grinta e voglia di vivere :))!!

Per festeggiare il mio compleanno mi sono cimentata in una pseudotorta, che è più una crostata, ma che ha la base di un cheesecake…insomma..un miscuglio di cose…ma devo dire che è venuta buona…
La cosa bella è che ho reciclato dei cantuccini ai frutti di bosco che mi stavano scadendo…ed è stata la mossa vincente.
Ingredienti:
per la base:
350 gr di cantuccini (o biscotti secchi);
90 gr di burro.
Per la crema:
750 ml di latte;
3 tuorli medi (io 4 piccolini);
90 gr di zucchero;
90 gr. di farina;
zeste di limone.
Per la decorazione:
frutta a piacere.
Procedimento.
Iniziate dalla base, tritando con il robot da cucina i biscotti con il burro, fino ad ottenere un composto sabbioso.
Disponete quindi il tutto sulla teglia da crostata e cercate di compattare aiutandovi con un cucchiaio. Ponete in frigo a rapprendere.
Nel mentre preparate la crema mettendo a bollire il latte con le scorze del limone. Montate i tuorli con zucchero e farina, e quando ben montati aggiungerli al latte ormai ben caldo, mescolate fino ad ottenere la giusta consistenza.
Coprite la superficie con pellicola trasparente e ponete in frigo. 
Appena si sarà freddata versatela sulla base del dolce e decorate con la frutta a vostro piacimento.
Ho volutamente omesso la gelatina, perchè non la amo..ma regolatevi voi secondo i vostri gusti

Con questo dolce partecipo al contest della dolcissima Vale di “La ricetta che Vale”

Vale dolcissima, intanto grazie per la tua vicinanza, seppur virtuale…posso garantirti che il tuo affetto, come quello di altre care blogger, mi è arrivato tutto..e non vedo l’ora di abbracciarti per dirti veramente grazie :)!
Per partecipare al contest richiedevi una ricetta che Vale….bhè questa segna la mia rinascita, quindi vale e come…inoltre è rapidissima, è originale (visto che non si capisce se è una crostata, un cheesecake o altro…) e di effetto…che te ne pare??  Un bacio amica mia

Signora o Signorina??

non so cosa stia succedendo. Qualcosa mi sa che è nell’aria…Forse trattasi  semplicemente di una nuova moda di cui io sono all’oscuro….
Fatto sta che qualche settimana fa arriva in ufficio un corriere. Di norma neanche ti guardano in faccia. Arrivano, lanciano lasciano il pacco, firma veloce (a volte su documento cartaceo, a volte su aggeggio elettronico di dubbia utilità visto che la firma apposta in quel coso, assomiglia più ad uno scarabocchio che ad una firma) e scappano. Ma non questa volta, non lui. Bello carico, rosso in volto dallo sforzo dovuto al pacco che porta in spalla, se ne libera., mi chiede la solita firma e fa per andarsene…ma ad un tratto si ferma, mi guarda e mi fa “arrivederci…….Signora…o Signorina???” “no, no, signorina!”
Due giorni dopo. Stesso posto, stessa scena. Questa volta il protagonista è un incauto cliente, di quelli fidelizzati, cliente da prima della tua nascita, che ti conosce da 12 anni e non ha mai chiesto nulla che non fosse attinente al lavoro. Entra, con fare di chi deve investigare e mi fa “Buongiorno……Signora…o signorina???”
A ma allora è un vizioooo!! Intendiamo, non c’è niente di disdicevole nell’essere Signora piuttosto che Signorina, ma capitemi…passare dall’essere scambiata per una ventenne pur avendone trenta trentuno suonati, all’essere considerata una Signora un po di stacco c’è :))!!
La prossima volta che qualcuno mi chiederà conto al riguardo, risponderò che si, sono sposata e pure con prole al seguito..cosi magari qualcuno mi dirà “urca, ti facevo giovanissima”


Questa torta è nata dalla necessità di riciclare quello che restava di un esperimento clamorosamente fallito e devo dire che il risultato è stato ottimo!!!
La ricetta sperimentata prevedeva di sciogliere 200 gr di cioccolato extra fondente 200 gr di panna montata, senza aggiungere zucchero. La consistenza, dopo 12 ore di raffreddamento era gustosissima, ma il sapore..mammamia…di un amaro allucinante!!! Che fare?? mi viene in mente la torta che Tery definisce “per non sbagliare”..e come darle torto??? Io sinceramente la ribattezzerei “la torta per recuperare agli sbagli”…é di un buono allucinante…se non l’avete provata, fatela!!
Di seguito vi illustro come sono riuscita ad adattare la ricetta con il mio esperimento fallito, risultato impeccabile anche questo, ma se volete andare sul sicuro provate quella originale, non ve ne pentirete!!!

Ingredienti:
Per la base:
150gr di zucchero
100gr  di farina 00
3 uova
100gr di burro
100gr di cioccolato fondente di ottima qualità.


Per la farcia:
200 gr di panna montata;
200 gr di cioccolato fondente di ottima qualità;
20 gr di zucchero;
30 gr di cioccolato bianco.

Per la base ho seguito la ricetta. Mescolate lo zucchero, la farina e le uova. A parte fate sciogliere il burro e il cioccolato e poi unire al composto precedente. 

Imburrare e infarinare una teglia e versarvi il contenuto. Cuocere in forno a 180° per 20/30 minuti.
Per la farcia, io partivo da una base di cioccolato fondente e panna (dosi che  ho riportato in ricetta). Ho rimesso il composto a sciogliere a bagno maria, aggiungendo anche il cioccolato bianco, il burro e lo zucchero. ho aggiunto zucchero finché non ho raggiunto la “dolcezza” giusta.
Ho ovviamente omesso di aggiungere ulteriore panna, visto che l’avevo messa già nell’esperimento.
Versate il composto all’interno della base e riporre in frigo per 3-4 ore prima di servire. 

Con questo post ed in particolare con quest’ultima foto, partecipo al fantastico giveway di Gianly..avrei preferito fare altre prove, altre foto, ma purtroppo il tempo tiranno non me lo consente!! Mi vergogno un po a partecipare ad un giveway attinente ad un workshop con foto “scarse” ma questa volta mi dovrò accontentare della classica frase “l’importante è partecipare”!


Buon Blogcompleanno a meeee :D!!!!!

Eccoci quaaaa….a festeggiare il mio primo blogcompleanno :D!!! siiiiiiiiiiiii :D!!
Sono felicissimaaa! Non avrei mai creduto di arrivare a festeggiarlo!! E invece sbagliavo! Come pure sbagliavo quando ero convinta che questo blog non sarebbe mai decollato, che sarebbe finito nel dimenticatoio in un angolo sperduto della blogsfera. Certo, non è diventato sicuramente il primo blog di cucina visitato in Italia, ma ha fatto piccoli grandi passi, di cui vado fierissima! Ci sono stati periodi bui, in cui non ho pubblicato nulla, ma il blog è anche il mio diario personale, e quindi va di pari passo con i miei stati d’animo..in quei periodi non avevo voglia di scriverci nulla, e non l’ho fatto e credo sia stato meglio cosi :D!!  
Questo blog mi ha dato tanto, mi ha fatto conoscere persone speciali (vero Vaty?), mi ha regalato emozioni forti, mi ha fatto sorridere, mi ha fatto sognare :)! Posso affermare con certezza che ora rappresenta il mio piccolo angolo di paradiso, dove posso rifugiarmi ogni volta che voglio e posso. E tutto questo grazie ad ognuno di voi..chi passa per uno sguardo rapido, chi mi segue in silenzio e chi invece si ferma a commentare..ad ognuno di voi voglio dire grazie, grazie e ancora grazie :))!!
Ma ora veniamo alle novità :D!!
Da oggi il blog sarà presente anche su Facebook…non è bello?? cosi potete sostenermi se vi andrà e potrò condividere con voi tutto quello che posterò qui :))!
E le novità non sono finite…si, perché ho pensato di dedicare qualche pagina di questo blog ad una nuova rubrica! Altri blog già lo fanno, io c’ho sempre pensato ma vuoi per il poco tempo, vuoi per svogliataggine non l’ho mai messa in pratica…e credo sia giunto il momento di tentare..voglio pubblicare qualche ricetta light, qualche piatto gustoso da mangiare ma con pochi grassi! Non so dire se riuscirò a seguirla con una certa continuità come vorrei, ma intanto ci provo :))!!
Ci saranno altre news prossimamente..stay tuned :DD!
Detto questo…che dite, festeggiamo con un bel pezzo di torta???
La ricetta di questa torta l’ho presa qui, da l’appetito vien leggendo Da quando l’ho scoperta l’ho riprodotta una marea di volte, anche se ho apportato alcune modifiche, sia nella preparazione della mousse, sia nella temperatura perchè, ho pensato che desse il meglio di sé servito come un semifreddo…e devo dire che per me (e non solo) ha acquistato tantissimi punti cosi…se qualcuno di voi la prova mi faccia sapere :))!

Ingredienti per una tortiera da 26 cm di diametro:
Per la base:
78 grammi di albumi;
97 grammi di zucchero;
65 grammi di tuorli;
33 grammi di cacao.
Per la spuma al caffè:
78 grammi di tuorli (5 tuorli medi);
93 grammi di zucchero;
260 ml. di latte;
7,8 grammi di colla di pesce (3 fogli e 1/2);
1 cucchiaio e 1/2  di caffè solubile;
325 grammi di panna montata.
Per la decorazione:
300 grammi di panna montata;
chicchi di caffè ricoperti di cioccolato.
Procedimento:
Per la base:
montate gli albumi a neve ferma con 50 gr di zucchero. Accendete il forno a 180°. Montate i tuorli con i restanti 47 grammi di zucchero, incorporateli agli albumi montati mescolando con una spatola dal basso verso l’alto, facendo attenzione a non smontarli. Unite poi il cacao setacciato sempre mescolando con una spatola, delicatamente, dal basso verso l’alto.
Versate il composto in uno stampo a cerniera imburrato e infarinato e infornate per 15 min circa a 180° (Fate la prova stecchino).
Fate raffreddare direttamente sullo stampo, togliendo la cerniera per favorire il raffreddamento.
Per la spuma al caffè:
Fate ammorbidire la gelatina in un bicchiere di acqua fredda (non calda sennò si scioglie e non riuscite più a tirarla fuori).
A questo punto ho apportato alcune modifiche. Ho infatti usato il metodo “Montersino” che è fantastico e si risparmia tanta fatica :D!
Montate bene i tuorli con lo zucchero (finché il composto non “scrive”, ossia facendo cadere un po di composto dall’alto verso il basso, questo non svanisce subito, ma lascia in superficie delle scritte). Nel mentre mettete a scaldare il latte sul fuoco, con il caffè solubile.
Quando il latte è ben caldo e fa la “panna” (patina in superficie) buttate il composto montato senza mescolare niente. Quando il latte bucherà il composto, facendo piccoli vulcani di latte, mescolate per circa 1 minuto scarso e spegnete il fuoco. Non importa se il composto risulterà poco denso, si rapprenderà  dopo.
Unite la colla di pesce e fatela sciogliere nella “crema”. Copritela con pellicola trasparente che dovrà aderire perfettamente alla superficie della crema e fatela poi raffreddare rapidamente (io la metto una decina di minuti in freezer).
Nel frattempo montate la panna e quando la crema sarà fredda, unitela a quest’ultima, mescolando con una spatola dal basso verso l’alto, facendo attenzione a non smontare la panna.
A questo punto mettete la crema cosi ottenuta nello stampo a cerniera dove si trova la base precedentemente preparata, livellate (ma se è piuttosto liquida si livella da se) e riponete in surgelatore.
Tirate fuori dal surgelatore 2-3 h prima di servirlo, montate la panna e farcitelo a vostro piacimento. 
Ho utilizzato tantissime volte questo dolce, sia come semplice dessert a fine cena, sia per festeggiare una marea di compleanni.
Piace praticamente a tutti, è cremoso e in bocca le diverse consistenze avvolgono il palato e danno un gusto a mio avviso perfetto ad ogni palato. E’ diventato senza ombra di dubbio “il dolce per non sbagliare!” :)))!

Mai come oggi spero che qualcuno di voi legga questo post e spenda qualche attimo del proprio tempo prezioso per farmi un salutino…mi farebbe tanto tanto piacere :))!Buona giornata a  tutti :))!


Sachertorte per un evento speciale

Quale evento speciale vi chiedereste voi!! Bhè, il compleanno del mio Lui!! Il suo compleanno cade proprio il giorno successivo al nostro anniversario, quindi per noi c’è un due giorni di festa non-stop!!
Ogni anno mi ritrovo a pensare a quale dolce preparargli, per cercare di stupirlo. Il primo anno gli ho fatto una torta castello, visto che lui ama (e studia anche) il Medioevo, e tutti i castelli. L’impresa è stata titanica, ma ce l’ho fatta, et voilà

(foto pessima ma almeno rende l’idea)!
L’anno scorso una bontà unica, di cui però vi parlerò a breve. Quest’anno invece volevo stupirlo con una torta che è nella top ten delle sue richieste (a dir il vero è nella top ten delle lagne che mi fa quando dichiara che cucino solo cose che mi piacciono…che in parte è anche vero, ma non del tutto :-D)!
Mi sono innamorata di questa torta quando l’ho vista qui, nel bellissimo blog di Tery; mi ha colpito al punto di farmi superare le mie reticenze in fatto di dolci con marmellata (che odio con tutta me stessa, a parte certe crostate, come questa of course)!! Reticenze che sono svanite quando l’ho assaggiata, BUONISSIMA. Di una scioglievolezza in bocca unica, veramente veramente buona.
Allora vi ho incuriositi almeno un po??

Copio di netto la ricetta perchè io non ho apportato alcuna modifica, unica precisazione il diametro della teglia da usare, da 18-20 cm. La Sachertorte deve venire altina, quindi meglio uno stampo piccolino che uno largo :)!

Ingredienti (per una teglia da 20 – io 18 – cm):
150 gr di farina 00
120gr di zucchero + 30 gr di zucchero invertito o miele
5 uova
150 gr di burro
150 gr di cioccolato fondente

Per la farcia:Marmellata di albicocche


Per la copertura:
Marmellata di albicocche
100 gr di latte
200 gr di cioccolato fondente 
Zucchero
(Nella ricetta della Giunti: 100 gr di cioccolato fondente, 70 gr di zucchero, 1 bicchiere d’acqua)


Procedimento:


Lavorare il burro morbido con metà dello zucchero, unirvi il cioccolato fuso a bagnomaria e, mescolando, incorporare i tuorli.


A parte montare a neve fermissima gli albumi, unire il resto dello zucchero e aggiungere un terzo degli albumi al composto di uova.
Poi, un terzo per volta, incorporare gli albumi all’altro composto, alternando con la farina mescolando delicatamente con una spatola.
Versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato e cuocere a 180° per circa un’ora.
Lasciare raffreddare e poi tagliare a metà il dolce. Farcire con la marmellata di albicocca e richiudere la torta. Ricoprite anche la superficie con la marmellata e preparate la copertura.


Per la copertura:
Fate bollire latte e zucchero e, quando raggiunge il bollore, spegnere e aggiungere il cioccolato tagliato in piccoli pezzi. Mescolare fino a completo scioglimento del cioccolato.
Far raffreddare per qualche minuto, e versare la copertura sulla torta in modo omogeneo, fino a rivestirla completamente.
a me la glassa non è venuta abbastanza liquida tanto da scivolare sulla torta, se dovessi rifarla aggiungerei più latte o semplicemente un po d’acqua!
Decorare a piacere.

Ovviamente sono consapevole che il mio risultato, da un punto di vista estetico, è ben lontano dal capolavoro di Tery, ma nonostante ciò, sono soddisfatta perchè è buonissima :)!